Keystone
Il produttore di auto elettriche aveva già iniziato il disboscamento del terreno
+3
GERMANIA
16.02.20 - 16:460
Aggiornamento : 17:39

Berlino: gli ambientalisti bloccano la “Gigafactory” di Tesla

Stop al taglio degli alberi sul terreno sul quale sorgerà lo stabilimento. La politica: «Non paralizzate la piazza industriale tedesca»

GRÜNHEIDE - Quando, nel novembre scorso, Tesla aveva annunciato l’apertura della sua prima “Gigafactory” europea a Berlino, la notizia aveva suscitato prevalentemente entusiasmi nella capitale tedesca e nella regione circostante. Mentre il produttore di auto elettriche americane si appresta a iniziare la costruzione della sua "fabbrica gigante" a Grünheide, però, i primi nodi cominciano a venire al pettine.

La Grüne Liga (Lega Verde) del Brandeburgo ha infatti chiesto e ottenuto la sospensione temporanea dei lavori preparatori già avviati sul terreno a una trentina di chilometri a est di Berlino, nella fattispecie il taglio di parte degli alberi che lo ricoprono. Secondo i ricorrenti, non è giusto che il locale Ministero dell’ambiente abbia autorizzato la società di Elon Musk a cominciare il disboscamento prima ancora che la procedura di richiesta della licenza di costruzione sia completata.

«Noi, però, non vogliamo impedire l’insediamento di Tesla», assicura la Grüne Liga come riporta la Berliner Zeitung. Quello che preme all’associazione ambientalista è piuttosto che il produttore americano non riceva un trattamento speciale: deve seguire le procedure cui sono sottoposte tutte le altre aziende. Gli attivisti hanno tempo ora fino a martedì per fare le loro obiezioni e ottenere la conferma dello stop ai lavori. La licenza di costruzione non arriverà prima di inizio marzo.

«Mi appello a tutti coloro i quali stessero pensando a un’azione legale perché si facciano un esame di coscienza», ha dichiarato all’Handelsblatt  il vice presidente del locale partito liberale FDP, Michael Theurer. «Non paralizzate la piazza industriale tedesca», ha aggiunto.

Tesla intende aprire a Grünheide entro metà 2021. Nello stabilimento berlinese produrrà inizialmente 150mila veicoli elettrici all'anno, in particolare SUV compatti Model Y. La produzione dovrebbe in seguito salire a 500mila auto l'anno. 

I lavori interessano un terreno di 90 ettari. Nell'area, Tesla ha acquistato una superficie di 300 ettari complessivi.

Keystone
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattiatr 1 mese fa su tio
@RED il fatto che quel sedime non è boschivo ma dedito alla produzione di carta non è importante? Quelle piante sarebbero comunque state tagliate dal precedente proprietario. Inoltre avete tralasciato la seconda opposizione dei verdi, cioè la possibilità che la fabbrica possa inquinare la falda. Anche quella non ha un minimo fondamento logico.
F.Netri 1 mese fa su tio
E' una contraddizione in termini!
Zico 1 mese fa su tio
la Grüne Liga si oppene alla costruzione a Grünheide di una fabbrica di Grüneauto. saranno Grüneprobleme...
fromrussiawith<3 1 mese fa su tio
I verdi si preoccupano per la correttezza politica invece dell'impatto negativo concernente l'ecosistema di quella foresta, specie di animali (rettili, uccelli, specie a rischio come un tipo di pipistrello, etc) che vivono in quell'area e l'impatto negativo della gigafactory per la fauna delle aree circostanti che subiscono lo stress (luce, rumore, etc.), per non parlare delle risorse idriche, e il problema dello smaltimento delle "wastewater"... la Germania ha ca 130000 ettari di "brownfields" spesso già dotati di elettricità, gas, rete fognaria, in prossimità della ferrovia,etc. i verdi tedeschi hanno chiuso gli occhi; "stranamente", davanti ai soldi tutti i partiti diventano cechi come talpe e i bei principi vanno a farsi benedire
Mattiatr 1 mese fa su tio
@fromrussiawith<3 Quella ''foresta'' è artificiale, il vecchio proprietario ha piantato quelle piante per la produzione di carta. Quindi non c'è nessun danno ambientale o all'ecosistema, visto che non esiste. Già che questi ''dettagli'' la redazione potrebbe anche aggiungerli negli articoli. Quelle piante sarebbero comunque state tagliate.
bimbogimbo 1 mese fa su tio
Grande Elon... continua così e non ascoltare questi invasati, ottusi, nullafacenti Gretini!!!! Io sono x Elon e tu?
seo56 1 mese fa su tio
Gretini!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
AFRICA
5 ore
Difendere i diritti umani, a rischio della vita
Le notizie positive che arrivano da Etiopia e Sudan sono purtroppo delle eccezioni
MONDO
10 ore
La pandemia fa piangere anche i “Paperoni” ma il più ricco è sempre Bezos
I super ricchi hanno perso circa 700 miliardi in un anno (e alcuni non lo sono più) ma il boss di Amazon è sempre il re
STATI UNITI
10 ore
Le sensazionali immagini spaziali in infrarossi
La luce infrarossa è in grado di penetrare attraverso le polveri e i gas spaziali, e il risultato è sbalorditivo
HONG KONG
13 ore
Il coronavirus resiste di più sulla plastica, e di meno sulla carta
L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rimane scettica a riguardo
NUOVA ZELANDA
15 ore
Anche il coniglietto di Pasqua tra i lavoratori indispensabili
Lo ha annunciato la premier Jacinda Ardern, per la gioia di tutti i bambini.
STATI UNITI
17 ore
Ansia e tensione in polizia: oltre ai crimini ci sono ora i contagi
Il coronavirus ha messo alle strette i dipartimenti di polizia americani, che non possono permettersi contagi di massa
ITALIA
20 ore
Immune al coronavirus? È pronto il test
Sarà accessibile a tutti: costa solo cinque euro e i risultati sono disponibili in un'ora
STATI UNITI
20 ore
Facebook fornirà mappe per tracciare il contagio
Saranno a disposizione dei ricercatori per analizzare l'evoluzione dell'epidemia.
ITALIA
21 ore
Esce per fare la spesa 11 volte in un giorno: multata
Gli avanti e indietro di un'anziana signora dal supermercato hanno attirato l'attenzione della polizia.
REGNO UNITO
21 ore
Johnson ancora in cure intense, riceve un aiuto per respirare
I «pensieri e le preghiere» del governo sono indirizzati a lui, ha dichiarato Michael Gove
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile