Keystone
IRAQ
02.12.19 - 11:270

«L'Opec+ sta pensando a nuovi tagli della produzione»

Lo ha affermato il ministro iracheno del petrolio, ma l'organizzazione ha mandato segnali contrari

di Redazione
Ats

BAGHDAD - L'Opec e i suoi alleati (Opec+) valuteranno tagli più consistenti della produzione di petrolio: lo ha detto il ministro iracheno del petrolio Thamir Ghadhban, secondo quanto scrive Bloomberg.

Ghadhban ha dichiarato ai giornalisti a Baghdad che i tagli potrebbero essere di circa 400.000 barili al giorno, sottolineando che l'Iraq ha rispettato i propri impegni di riduzione della produzione a novembre. «Queste quantità sono state discusse e raggiunte dai ministri dell'Opec come risultato di studi accurati», ha spiegato il ministro iracheno sottolineando poi che «ci sono prospettive che l'Opec+ faccia ulteriori tagli, ma non dell'entità di 1,2 milioni di barili al giorno. Tali tagli - ha spiegato - porterebbero a una stabilità di mercato e manterrebbero le forniture per i consumatori».

Contrariamente a quanto affermato da Ghadhban, tuttavia, l'Opec e i suoi alleati hanno mandato segnali che alla riunione di questa settimana continueranno ad attenersi sui tagli produttivi già fissati.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
9 min
Ad Alitalia arriva il super-commissario esperto in fallimenti
Giuseppe Leogrande ha ricoperto lo stesso ruolo già in diverse aziende. In partenza Enrico Laghi, Stefano Paleari e Daniele Discepolo
FOTO
GERMANIA / POLONIA
1 ora
Merkel ad Auschwitz: «Non bisogna mai dimenticare»
La cancelliera tedesca ha visitato per la prima volta il campo di sterminio nazista: «Provo una vergogna profonda per i crimini barbari che sono stati commessi qui»
FOTO
SPAGNA
1 ora
«Un anno di scioperi, ma nulla è cambiato»
È una Greta Thunberg delusa ma non rassegnata quella che ha parlato da Madrid, dove è in corso la Conferenza sul Clima: «Non c'è una soluzione sostenibile»
REGNO UNITO
3 ore
Stupratore e pedofilo seriale, condannato "l'orco di Harrow"
Joseph McCann è stato riconosciuto colpevole di 37 episodi criminali
FOCUS
5 ore
La «sporca decina»: quei crimini contro l'ambiente
Alcuni dei più gravi incidenti che hanno ferito mortalmente Madre Natura e, quindi, la salute pubblica. Colpe e conseguenze dei più grandi disastri ambientali
SLOVACCHIA
5 ore
Esplosione in un condominio, i morti sono almeno cinque
È successo a Presov a causa di una fuga di gas. Alcuni inquilini sarebbero intrappolati sul tetto dell'edificio, che rischia di crollare
AUSTRALIA
6 ore
Il cielo di Sydney è "in fiamme": siccità, venti e incendi dolosi
Nella capitale del Nuovo Galles del Sud è emergenza, così come nei territori circostanti
REGNO UNITO
8 ore
Grenfell Tower, lascia la comandante dei pompieri di Londra
Il primo rapporto ha puntato il dito contro «la grave impreparazione» mostrata dai vigili del fuoco
FOTO
SPAGNA
11 ore
Greta è arrivata a Madrid
La giovane attivista parteciperà allo sciopero globale per il clima che partirà dalla stazione Atocha
REGNO UNITO
13 ore
Tutte quelle tasse che Amazon & Co. non pagano
I colossi dell'hi-tech sono cinture nere della “finanza creativa“. Ma l'Unione Europea e il Regno Unito vogliono che le cose cambino
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile