Keystone
STATI UNITI
16.10.19 - 20:000

FMI: «I tassi bassi sono un rischio per la stabilità finanziaria»

«Spingono gli investitori verso asset rischiosi e contribuiscono a far crescere la montagna di debito a rischio delle imprese»

WASHINGTON - I bassi tassi di interesse minacciano la stabilità finanziaria: spingono gli investitori verso asset rischiosi e contribuiscono a far crescere la montagna di debito a rischio delle imprese. Una bomba, questa, da 19'000 miliardi di dollari che, se esplodesse, causerebbe non pochi danni. 

A mettere in guardia sui pericoli di tassi bassi troppo a lungo è il Fondo Monetario Internazionale, invitando i governi ad agire e farlo ora allargando le regole varate per le banche dopo la crisi finanziaria anche ad altre aree del settore finanziario, quali le assicurazioni e i fondi pensione.

La politica monetaria accomodante sta sostenendo la crescita economica mondiale «per ora» ma il pericolo è che la «metta a rischio nel medio termine» afferma Tobias Adrian, il responsabile del Global Financial Stability Report del Fondo Monetario Internazionale. «La caccia ai rendimenti da parte degli investitori istituzionali - quali le assicurazioni, gli asset manager e i fondi pensione - li ha spinti verso asset più rischiosi e meno liquidi. Queste esposizioni potrebbero agire come un amplificatore in caso di shock» mette in evidenza Adrian. In circolazione ci sono al momento 15.000 miliardi di dollari di bond pubblici e privati con rendimenti negativi: un totale che è aumentato dall'inizio dell'anno indicando come i mercati finanziari si aspettano che i tassi resteranno bassi a lungo.

Dal punto di vista delle banche, aggiunge Adrian, la situazione è decisamente migliore che nel 2008. «Ci sono stati enormi progressi, la liquidità e il capitale delle banche è decisamente migliore» dice. «Quello che vediamo sono debolezze nel settore delle imprese e nelle istituzioni finanziarie non bancarie» spiega.

Sul fronte delle imprese la concessione di finanziamenti a società che potrebbero faticare a ripagarli in caso di rallentamento dell'economia è aumentata, mostrando la debolezza crescente dell'economia globale a questo settore finanziario. Le analisi del Fondo indicano che gli utili realizzati dalle società non finanziarie sarebbero inadeguati a ripagare i loro 19'000 miliardi di dollari di debito nel caso di un rallentamento economico anche di entità decisamente inferiore a quello della crisi finanziaria del 2008-2009.

Anche se le banche sono più sicure, c'è però bisogno di un'azione politica per evitare che riemergano problemi a livello di sistema. Secondo il Fondo, la politica deve intervenire per andare a risolvere quelle sacche di debolezza nel sistema finanziario, da una stretta sullo shadow banking ai controlli sulle assicurazioni e i fondi pensione, incluse paletti per evitare un ulteriore aumento del debito delle imprese. E proprio il debito globale, quello pubblico e quello in mano al settore privato non finanziario, continua a salire: è un macigno da 187.536 miliardi di dollari, pensate il 226,5% del Pil.

Commenti
 
anndo76 4 mesi fa su tio
a me' risulta che nel biennio 2017 e 2018 la BNS abbia perso molti miliardi....e non guadagnati. poi se le statistiche e info pubblicate sono false allora taccio :-)
klich69 4 mesi fa su tio
La BNS è l’única che spera nei tassi negativi così non danno ai cantoni ciò che dovrebbero ma con gli utili fanno i miliardi di coesione ai truffaldini ue. Bravi bravi veramente.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
COREA DEL SUD
45 min
Coronavirus: allarme in Corea del Sud
I contagi accertati sono a quota 104 e si registra il primo morto
STATI UNITI
1 ora
Sequestrato in dogana un barattolo contenente un cervello
Era stato spedito da Toronto, ed era destinato ad un indirizzo del Wisconsin
ITALIA
4 ore
Ecco perché Carola Rackete non andava arrestata
La Cassazione ha reso note le motivazioni con cui ha respinto il ricorso della Procura di Agrigento
STATI UNITI
4 ore
Un abbonamento per andare al cinema quanto vuoi
Lo propone la catena Usa Alamo Drafthouse e con un prezzo fisso si può andare in sala (più o meno) quante volte si vuole
GERMANIA
6 ore
«È triste vedere morte delle persone cui hai stretto la mano poco prima»
Regna lo shock tra gli abitanti di Hanau: «Conoscevamo tutti da anni». Tra le vittime ci sarebbe anche una donna incinta
STATI UNITI
6 ore
Chiusa in casa e forzata a guardare "Radici": «Se ti alzi ti ammazzo»
In manette un 52enne dell'Iowa. Voleva che la donna «comprendesse meglio il razzismo»
GERMANIA
8 ore
«I popoli che non si possono più espellere vanno annientati»
Ormai è appurato: il killer di Hanau ha agito spinto dalla xenofobia. La sua follia ha provocato la morte di 10 persone
CINA
9 ore
«Prepariamoci, il coronavirus potrebbe essere qui per restare»
Il numero di contagi per la prima volta è in calo. Ma il virus potrebbe diventare una “nuova influenza”
GERMANIA
10 ore
Il killer di Hanau potrebbe aver ucciso anche la madre
Il corpo della donna è stato trovato nel'appartamento dove la polizia ha rinvenuto il cadavere di Tobias R.
GIAPPONE
11 ore
Coronavirus: morti due passeggeri della Diamond Princess
Sono le prime vittime tra coloro che erano a bordo della nave
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile