keystone-sda.ch/STF (FELIPE TRUEBA)
GERMANIA
24.09.19 - 16:200
Aggiornamento : 17:11

Daimler ha accettato la multa da 870 milioni di euro per il Dieselgate

Il gruppo automobilistico ha confermato che non ricorrerà contro la sanzione che non avrà impatti sull'utile trimestrale

BERLINO - La procura di Stoccarda ha notificato a Daimler una sanzione da 870 milioni di euro in relazione allo scandalo del dieselgate. La multa, ha comunicato il gruppo automobilistico tedesco, è stata motivata con «la negligente violazione dei doveri di supervisione nel campo della certificazione dei veicoli».

Il gruppo che controlla Mercedes Benz ha annunciato che non ricorrerà contro la sanzione e che la stessa non avrà impatti sull'utile del trimestre e sulle previsioni per il 2019, avendo la società già provveduto a fare accantonamenti.

La procura di Stoccarda ha ritenuto Daimler colpevole di aver autorizzato la certificazione di circa 684'000 veicoli che non rispettavano la normativa sulle emissioni di ossido di azoto, con la violazione dei doveri di sorveglianza che sarebbe avvenuta «ai livelli apicali del dipartimento» responsabile per la certificazione dei veicoli.

Secondo le risultanze della procura, che ha preso in considerazione i richiami della motorizzazione tedesca (Kba) che aveva chiesto il ritiro di 684'000 veicoli Daimler appena qualche mese fa, le violazioni sono iniziate nel 2008.

«Dopo aver valutato tutti gli aspetti - si legge nella nota - Daimler ha rinunciato ad adottare rimedi legali» in quanto «è nel miglior interesse della società chiudere il procedimento in modo tempestivo e complessivo». Viceversa Daimler continua a contestare l'ordine di richiamare le vetture da parte della motorizzazione tedesca.

La multa a Daimler segue altre due sanzioni legate al dieselgate irrogate dalla procura di Stoccarda: quella da 535 milioni di euro dello scorso maggio a Porsche e quella da 90 milioni al gruppo di componenti Robert Bosch.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Stati Uniti
2 ore
Pillole contraffatte acquistate su TikTok causano un'epidemia di overdose
Sono prodotte a base di fentanyl e metanfetamina, ma i clienti sono convinti di star acquistando farmaci da banco
EGITTO
2 ore
«Salvate l'attivista Zaki!». Ore di speranza in carcere
Nuova udienza oggi a Mansura per Patrick Zaki, lo studente dell'università di Bologna accusato di propaganda sovversiva.
STATI UNITI
11 ore
Gli agenti di polizia che non vogliono vaccinarsi per motivi religiosi
Accade a San Francisco, ma in tutti gli Usa le richieste in tal senso sono oltre 20mila
Italia
15 ore
La zanzara giapponese è arrivata ed è più pericolosa della tigre
È stata rilevata a settentrione della penisola e la regione Veneto raccomanda il vaccino contro l'encefalite giapponese
STATI UNITI
16 ore
Facebook replica: Instagram non è tossico per le ragazzine
La ricerca citata dal Wall Street Journal è «sfumata e complessa», sostiene il vicepresidente Pratiti Raychoudhury
Italia
20 ore
Cannabis legale, «Mancano quattro giorni all'assassinio della democrazia»
Raccolte quasi 600mila firme online, ma moltissimi comuni non vogliono concedere i certificati elettorali
FOTO
GRECIA
23 ore
Forte terremoto a Creta, un morto e alcuni feriti
L'epicentro della scossa è stato localizzato a una ventina di chilometri a sud di Candia
GERMANIA
1 gior
L'Spd s'impone al fotofinish
I socialdemocratici avanti con il 25,7% dei voti, crollo dei conservatori. Quale coalizione per governare?
MONDO
1 gior
Le giovani generazioni «vivranno una vita senza precedenti»
Ci saranno più inondazioni, più siccità, più ondate di calore. È l'avvertimento di uno studio internazionale
GERMANIA
1 gior
Il dopo-Merkel da cardiopalma, per gli exit poll Spd e Cdu sono a pari merito
Stando ai sondaggi i due partiti di maggioranza sarebbero o fermi a quota 25% o comunque molto vicino
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile