Keystone
AUSTRIA
19.09.19 - 11:400
Aggiornamento : 12:13

L'Ocse lancia l'allarme sulla crescita mondiale

Secondo le nuove stime, dovrebbe rallentare al 2,9% nel 2019 e al 3% nel 2020, i livelli più bassi dalla crisi

VIENNA - Allarme dell'Ocse sulla crescita: secondo le nuove stime, la crescita mondiale dovrebbe rallentare al 2,9% nel 2019 (-0,3 punti sulle precedenti stime di maggio) e al 3% nel 2020 (-0,4 punti), i livelli più bassi dai tempi della crisi finanziaria.

Dati rivisti al ribasso anche per la zona euro, con una crescita all'1% nel 2019 (-0,1 punti rispetto a maggio) e all'1,1% nel 2020 (-0,4 punti rispetto a maggio). In particolare, il Pil della Germania è stato rivisto al ribasso allo 0,5% quest'anno e allo 0,6% il prossimo, quello della Francia è stato mantenuto all'1,3% nel 2019 e abbassato all'1,2% nel 2020 e quello dell'Italia è stato confermato allo 0% quest'anno e corretto allo 0,4% il prossimo. Da parte sua il Regno Unito crescerà solo dell'1,0% nel 2019 e dello 0,9% nel 2020.

Il Pil degli Stati Uniti è stato corretto al ribasso rispettivamente al 2,4 e al 2,0%, mentre quello del Giappone è stato rivisto al rialzo all'1,0% quest'anno è mantenuto allo 0,6% il prossimo. Abbassate anche le stime per la Cina (rispettivamente 6,1 e 5,7%).

Le prospettive economiche mondiali continuano ad oscurarsi": questo il messaggio lanciato dalla capoeconomista dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico Laurence Boone nel corso della conferenza stampa di presentazione a Parigi dell'"Interim Economic Outlook" che lancia un forte avvertimento sulla crescita debole all'orizzonte.

Per l'Ocse, "le tensioni commerciali e politiche alimentano i rischi di una crescita debole duratura". "I poteri pubblici - prosegue l'organismo - possono contrastare la forte crescita dei costi legati all'incertezza investendo maggiormente".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fromrussiawith<3 8 mesi fa su tio
perchè allarme?, questo fa bene al clima no? ogniqualvolta c'è una crisi economica c'è pure una maggior riduzione del CO2, speriamo continui per anni, fino al 2050 così gli obbiettivi dell'accordo di parigi non saranno più solamente una farsa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
1 ora
L'uomo misterioso che apre i parchi parigini
L'uomo, conosciuto solo con lo pseudonimo "José", ha già molti fan nella capitale francese
BELGIO
1 ora
Quando anche il virologo si ammala
Il virologo belga Peter Piot ha contratto il coronavirus in marzo. E mette in guardia chi prende il virus «alla leggera»
CINA
3 ore
Quando l'app per il tracciamento resta. E ti classifica
Una città cinese non vuole mandarla in pensione dopo l'emergenza, ma potenziarla. L'idea non piace a tutti.
FOTO
ITALIA
3 ore
Andrea Bocelli ha avuto il coronavirus
Ora il tenore e sua moglie, contagiata insieme ai due figli, hanno deciso di donare il plasma
STATI UNITI
8 ore
«Bill Clinton era sull'isola privata di Epstein»
Lo afferma, in una docuserie che uscirà domani su Netflix, un dipendente del tycoon morto nel 2019
CANADA
9 ore
«La pandemia? È un ottimo momento per costruire un oleodotto»
Una ministra canadese non ha nascosto la propria soddisfazione per l'impossibilità di organizzare proteste.
STATI UNITI
10 ore
Troppe auto con le chiavi all'interno, e i furti s'impennano
Solo a New York questo tipo di reato è aumentato del 63%. Le forze dell'ordine ricordano di chiudere i veicoli
REGNO UNITO
10 ore
Crisi coronavirus: HSBC taglia oltre 35'000 posti di lavoro
Il piano di ristrutturazione del gruppo bancario potrebbe aumentare ancor di più il numero di licenziamenti
ITALIA
12 ore
Un guarito dal Covid-19 ogni tre avrà problemi respiratori cronici
Perché nei casi più gravi il virus può lasciare cicatrici sul polmone e danni irreversibili
ECUADOR
13 ore
Proteste e scontri violenti contro le misure del Governo
Sono migliaia le persone scese in piazza per manifestare contro le decisioni di Lenin Moreno
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile