Keystone
AUSTRIA
19.09.19 - 11:400
Aggiornamento : 12:13

L'Ocse lancia l'allarme sulla crescita mondiale

Secondo le nuove stime, dovrebbe rallentare al 2,9% nel 2019 e al 3% nel 2020, i livelli più bassi dalla crisi

VIENNA - Allarme dell'Ocse sulla crescita: secondo le nuove stime, la crescita mondiale dovrebbe rallentare al 2,9% nel 2019 (-0,3 punti sulle precedenti stime di maggio) e al 3% nel 2020 (-0,4 punti), i livelli più bassi dai tempi della crisi finanziaria.

Dati rivisti al ribasso anche per la zona euro, con una crescita all'1% nel 2019 (-0,1 punti rispetto a maggio) e all'1,1% nel 2020 (-0,4 punti rispetto a maggio). In particolare, il Pil della Germania è stato rivisto al ribasso allo 0,5% quest'anno e allo 0,6% il prossimo, quello della Francia è stato mantenuto all'1,3% nel 2019 e abbassato all'1,2% nel 2020 e quello dell'Italia è stato confermato allo 0% quest'anno e corretto allo 0,4% il prossimo. Da parte sua il Regno Unito crescerà solo dell'1,0% nel 2019 e dello 0,9% nel 2020.

Il Pil degli Stati Uniti è stato corretto al ribasso rispettivamente al 2,4 e al 2,0%, mentre quello del Giappone è stato rivisto al rialzo all'1,0% quest'anno è mantenuto allo 0,6% il prossimo. Abbassate anche le stime per la Cina (rispettivamente 6,1 e 5,7%).

Le prospettive economiche mondiali continuano ad oscurarsi": questo il messaggio lanciato dalla capoeconomista dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico Laurence Boone nel corso della conferenza stampa di presentazione a Parigi dell'"Interim Economic Outlook" che lancia un forte avvertimento sulla crescita debole all'orizzonte.

Per l'Ocse, "le tensioni commerciali e politiche alimentano i rischi di una crescita debole duratura". "I poteri pubblici - prosegue l'organismo - possono contrastare la forte crescita dei costi legati all'incertezza investendo maggiormente".

Commenti
 
fromrussiawith<3 1 mese fa su tio
perchè allarme?, questo fa bene al clima no? ogniqualvolta c'è una crisi economica c'è pure una maggior riduzione del CO2, speriamo continui per anni, fino al 2050 così gli obbiettivi dell'accordo di parigi non saranno più solamente una farsa
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Donna scopre un tumore grazie a una attrazione del museo
Bal Gil ha notato strane colorazioni in una stanza con una fotocamera termica
ITALIA
1 ora
Linate, tutto pronto per la riapertura
Sono terminati i tre mesi di restyling iniziati lo scorso 27 luglio
REGNO UNITO
3 ore
Trovati 39 corpi in un camion
Un 25enne nordirlandese è stato fermato con il sospetto di omicidio. Si tratta dell'autista del tir
ITALIA
4 ore
Strage di Capaci: «Un ex poliziotto mise l'esplosivo»
Clamorosa rivelazione del collaboratore di giustizia Pietro Riggio. «Ho sempre avuto paura di parlare di queste cose»
STATI UNITI
7 ore
Il fantasmino giallo vola con 7 milioni di nuovi utenti
Snapchat chiude il terzo trimestre sopra le attese e intende investire di più nella realtà aumentata per contrastare Facebook, Instagram e YouTube
HONG KONG
8 ore
La testimonianza di un ticinese ad Hong Kong: «La città è irriconoscibile»
La gente locale ha paura, è esasperata e teme per il proprio futuro. «L’economia è ferma»
STATI UNITI
16 ore
La crisi del Boeing 737 Max fa cadere la prima testa
Kevin McAllister lascia, il suo posto va a Stan Deal. Un avvicendamento che piace a Wall Street: i titoli Boeing salgono di oltre il 2%
REGNO UNITO
17 ore
Bocciata la Brexit sprint
La Camera dei Comuni ha detto “no” alla mozione presentata dal governo di Boris Johnson, facendo svanire l'obiettivo di un'uscita concordata dall'Ue il 31 ottobre.
STATI UNITI
17 ore
La polizia ha arrestato Tupac Shakur
L'uomo, 40 anni, è omonimo del rapper scomparso nel 1996
SVEZIA
20 ore
Greta Thunberg, «mia sorella Beata è vittima degli haters»
«Tutti quelli che mi minacciano e mi scrivono messaggi di odio finiscono per prendersela con lei» ha dichiarato l'attivista ambientale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile