Keystone
GERMANIA
10.09.19 - 12:350

Il ceo di Volkswagen: «Le auto elettriche vanno sostenute, anche con agevolazioni fiscali»

Per Diess, è necessario l'impegno dello Stato perché «le auto elettriche piccole saranno in ogni caso più costose della media»

FRANCOFORTE - «La guida di un'auto elettrica deve convenire al cittadino, altrimenti non si orienterà mai verso una mobilità più pulita»: lo ha detto il Ceo del gruppo Volkswagen Herbert Diess in un'intervista alla Frankfurter Allgemeine Zeitung, alla vigilia dell'apertura di Salone internazionale dell'auto a Francoforte, tutto all'insegna del motore elettrico.

Ieri è stato presentato il modello elettrico ID.3 di VW. Dati i prezzi ancora sostenuti del segmento dell'auto elettrica è necessario dallo Stato arrivare un doppio aiuto, sostiene Diess: «Nell'agevolazione fiscale, rimodulando il sistema fiscale legato alla mobilità, e investendo in infrastrutture capaci di garantire il rifornimento delle auto elettriche, con un «fondo per l'elettro-mobilità». È necessario il sostegno dello Stato perché «le auto piccole a trazione elettrica saranno in futuro in ogni caso più costose della media», ha proseguito il numero uno di VW.

La casa automobilistica vuole entro il 2028 portare sul mercato circa 70 nuovi modelli e circa 22 milioni di auto del marchio VW dovranno essere elettriche. Il salone dell'auto di Francoforte, che verrà inaugurato domani dalla cancelliera Angela Merkel, ha visto ieri la presenza di iniziative di protesta di Greenpace. Secondo un rapporto dell'organizzazione citato da Handelsblatt oggi, l'industria dell'auto ha contribuito per un 9% all'emissione totale nel mondo di C02 nel 2018.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
OCP 9 mesi fa su tio
Non siamo assolutamente pronti per un uso massiccio delle auto elettriche per due principali motivi: 1. la rete delle colonnine di ricarica (e i tempi di ricarica) sono ancora carenti. 2. Non siamo ancora pronti a produrre in modo davvero pulito tutta l'energia elettrica in più che verrebbe richiesta.
francox 9 mesi fa su tio
Poi facciamo l'elettricità con le centrali a carbone.
cambiamainagota 9 mesi fa su tio
@francox mentre il petrolio viene trasportato a mano….. la Germania produce già oltre il 60% dell' elettricità che ha bisogno da Energie rinnovabili…..la strada può essere solo una ed è quella dell' elettrico (visto che l' idrogeno al momento è troppo costoso)
francox 9 mesi fa su tio
@cambiamainagota Giusto ma con coerenza. Se andiamo a portare i bambini a scuola e a fare la spesa con mezzi da due tonnellate e mezzo, e li muoviamo con la corrente comperata dalla Francia (come accade adesso), possiamo metterci la coscienza a posto pensando che usiamo mezzi ibridi o elettrici ma non miglioreremo mai niente. Nemmeno raddoppiando il Gottardo, nemmeno facendo pagare le biciclette sui treni e nemmeno proibendo i monopattini sulle strade. Siamo in troppi e consumiamo troppo!
francox 9 mesi fa su tio
@francox Qualsiasi sia la fonte
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
Teorie sul vaccino, Bill Gates: «Stupide e assurde»
Il magnate ha detto che è difficile negare le teorie di cospirazione che lo coinvolgono perché troppo «stupide»
MONDO
4 ore
A sostegno del petrolio, proseguono i tagli alla produzione
L'Opec+ ha deciso di prorogare i tagli per tutto il mese di luglio
SPAGNA
4 ore
Si torna in discoteca, ma senza ballare
Nella Fase 3, che partirà lunedì in alcune regioni spagnole, le discoteche potranno riaprire: ma niente pista da ballo
GERMANIA
7 ore
Abuso su minori shock: 11 arresti
Tra le vittime sono stati identificati tre bambini di 5,10 e 12 anni
EUROPA
9 ore
L'ombra del razzismo aleggia anche in Europa
Il 30% delle persone di colore intervistate ha dichiarato di essere stato vittima di razzismo
BRASILE
10 ore
Bimbo nero precipita da un grattacielo, proteste in Brasile
Il bambino di una collaboratrice domestica era stato affidato alla padrona di casa
PORTOGALLO
10 ore
Maddie: sospetti su un terzo bambino
S'indaga su una sparizione avvenuta in Portogallo nel 1996. Potrebbe avere lo stesso colpevole
BRASILE
14 ore
L'OMS rischia di perdere un altro pezzo
Il presidente brasiliano Bolsonaro sembra voler seguire le orme di Trump
STATI UNITI
14 ore
E ora spunta un nuovo Floyd
Si chiama Manuel Ellis, ed è stato ucciso da un poliziotto in un modo molto simile. Il video sciocca l'America
GERMANIA
23 ore
Maddie non sarebbe la sola vittima dell'orco
Nel 2015 Inga, una bimba di soli cinque anni, è scomparsa durante una gita con i genitori nel bosco di Stendall.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile