Depositphotos (digifun)
L'impatto del caldo sulla produzione del latte.
ITALIA
25.07.19 - 15:580

Fa troppo caldo: produzione di latte in calo

Il clima torrido sta avendo un impatto anche sulla produzione di miele e uova

ROMA - Oltre agli uomini, a soffrire il caldo sono anche gli animali, nelle case e nelle fattorie, dove le mucche, con le alte temperature, stanno producendo per lo stress fino ad oltre il 10% di latte in meno rispetto ai periodi normali. È l'allarme lanciato da Coldiretti - la maggior organizzazione italiana nel settore agricolo - sugli effetti negli allevamenti dell'innalzamento della colonna di mercurio nell'ultima settimana, dalle stalle ai pollai fino agli alveari, dove si registrano difficoltà nelle aree più colpite dall'afa.

«Per le mucche - sottolinea la Coldiretti - il clima ideale è fra i 22 e i 24 gradi, oltre questo limite mangiano poco, bevono molto e producono meno latte. Per questo sono già scattate le contromisure anti-afa nelle stalle, dove sono in funzione anche ventilatori e doccette refrigeranti per aiutare le mucche a sopportare meglio la calura, mentre gli abbeveratoi lavorano a pieno ritmo, perché con le alte temperature ogni animale arriva a bere i fino a 140 litri di acqua al giorno, contro i 70 dei periodi più freschi».

«Al calo delle produzioni di latte - precisa la Coldiretti - si aggiunge così un aumento dei costi nelle stalle, per i maggiori consumi di acqua ed energia che gli allevatori devono sostenere».

La situazione negli allevamenti è rappresentativo in realtà, continua la Coldiretti, dello stato di disagio provocato dal clima su animali e piante. «Se nei pollai si registra un netto calo della produzione di uova, le api stremate dal caldo - rileva la Coldiretti - hanno smesso di volare e non svolgono più il prezioso lavoro di trasporto di nettare e polline».

Mentre nelle campagne «gli agricoltori sono costretti a ricorrere all'irrigazione di soccorso per salvare le coltivazioni in sofferenza per le alte temperature, dagli ortaggi al mais, dalla soia al pomodoro».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
20 min

Dopo la Germania il Flixtrain punta a Svezia e Francia

«La liberalizzazione del mercato ferroviario ci offre un'occasione unica per continuare ad ampliare la nostra offerta di mobilità»

MONDO
1 ora

Il 33% dei bimbi è denutrito o in sovrappeso

Per aiutare i bambini a crescere in salute l'Unicef lancia un appello ai governi, ai genitori, alle famiglie e alle imprese

AUSTRALIA
3 ore

Si amputa di netto la mano con l'affettatrice

Lawrence Cooper è stato sottoposto a un intervento conclusosi con successo al Mater Private Hospital di Brisbane

GERMANIA
4 ore

Scontri tra manifestanti curdi e turchi, cinque feriti

Una marcia di protesta è degenerata a Herne, nella regione della Ruhr, a 25 chilometri da Dortmund

REGNO UNITO
4 ore

«Renda i bonus»: contestato l'ex Ceo di Thomas Cook

I deputati della commissione industria della Camera dei Comuni britannica hanno messo sotto torchio Peter Fankhauser

VIDEO
IRLANDA
7 ore

L'ultimo scherzo al funerale, il defunto dalla tomba: «Tiratemi fuori! Ma dove diavolo sono finito?»

I figli del veterano delle forze di difesa irlandesi Shay Bradley hanno diffuso il particolare saluto che il padre ha voluto fare ai suoi cari

STATI UNITI
9 ore

Pence andrà in Turchia «per mettere fine alla violenza»

Trump ha firmato un decreto con cui dà il via libera alle sanzioni Usa. Ankara: «Neutralizzati quasi 600 terroristi curdi»

STATI UNITI
10 ore

Le scuole del Maine danno gli avanzi ai porci

Una legge dello Stato lo consente. Il vantaggio è duplice: ridurre gli sprechi alimentari e i costi di smaltimento

VATICANO
18 ore

Il capo-sicurezza del Papa si è dimesso, ecco perché

Sullo sfondo una fuga di notizie, e uno scandalo su alcune operazioni finanziarie sospette

FRANCIA
21 ore

La ex di Lelandais vuole fare causa alla polizia

La donna dice di aver segnalato la pericolosità dell'uomo mesi prima dell'omicidio della piccola Maëlys

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile