Keystone
FRANCIA
11.07.19 - 14:250
Aggiornamento : 17:05

Ok definitivo alla tassa contro i colossi di internet

La tassa fa infuriare Washington, che ha minacciato nuovi dazi per ritorsione

PARIGI - Definitivo via libera del parlamento francese all'introduzione della tassa digitale (la cosiddetta 'Taxe Gafa') sui colossi del web. Il testo di legge, già adottato all'Assemblea Nazionale, ha ottenuto questa mattina l'ok del Senato.

La tassa che fa infuriare Washington, che ha minacciato nuovi dazi per ritorsione, si dovrebbe applicare a una trentina di colossi internet, tra cui Google, Amazon, Facebook e Apple, ma anche Meetic, Airbnb, Instagram o la francese Criteo. E porterà alle casse dello Stato 400 milioni di euro nel 2019 e 650 nel 2020.

L'amministrazione Trump ha definito la digital tax "un danno ingiusto" per le imprese americane, annunciando l'avvio un'indagine sul piano della Francia per tassare i big del web e minacciando nuovi dazi come rappresaglia. Parigi ha risposto attraverso il suo ministro dell'economia, Bruno Le Maire: "tra alleati" - ha detto questa mattina - «dobbiamo risolvere le controversie in modo diverso rispetto alla minaccia».

Anche il Regno Unito preannuncia una legge - Progetto di legge all'orizzonte anche nel Regno Unito per tassare i big del web. L'iniziativa è stata illustrata oggi a Westminster dal viceministro del Tesoro e Paymaster General, Jesse Norman.

La proposta britannica - che deve ancora passare al vaglio parlamentare ed essere confermata dal prossimo governo - prevede peraltro d'incidere solo su specifici servizi digitali (motori di ricerca, social network, e-commerce) sui quali il cancelliere dello Scacchiere uscente, Philip Hammond, aveva preannunciato fin da ottobre di voler elevare la tassazione al 2%.

«Le grandi aziende del web (oltre i 560 milioni di euro di fatturato annuo) dovranno pagare una tassa proporzionale al numero di utenti britannici», ha precisato Norman, assicurando che il progetto riflette gli accordi internazionali ed è attento sia «all'equità fiscale» sia alla «competitività». Londra invoca in sede G7 norme comuni a tutti i Paesi Ocse sulla materia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
34 min

Scontri tra manifestanti curdi e turchi, cinque feriti

Una marcia di protesta è degenerata a Herne, nella regione della Ruhr, a 25 chilometri da Dortmund

REGNO UNITO
52 min

«Renda i bonus»: contestato l'ex Ceo di Thomas Cook

I deputati della commissione industria della Camera dei Comuni britannica hanno messo sotto torchio Peter Fankhauser

VIDEO
IRLANDA
3 ore

L'ultimo scherzo al funerale, il defunto dalla tomba: «Tiratemi fuori! Ma dove diavolo sono finito?»

I figli del veterano delle forze di difesa irlandesi Shay Bradley hanno diffuso il particolare saluto che il padre ha voluto fare ai suoi cari

STATI UNITI
5 ore

Pence andrà in Turchia «per mettere fine alla violenza»

Trump ha firmato un decreto con cui dà il via libera alle sanzioni Usa. Ankara: «Neutralizzati quasi 600 terroristi curdi»

STATI UNITI
7 ore

Le scuole del Maine danno gli avanzi ai porci

Una legge dello Stato lo consente. Il vantaggio è duplice: ridurre gli sprechi alimentari e i costi di smaltimento

VATICANO
15 ore

Il capo-sicurezza del Papa si è dimesso, ecco perché

Sullo sfondo una fuga di notizie, e uno scandalo su alcune operazioni finanziarie sospette

FRANCIA
18 ore

La ex di Lelandais vuole fare causa alla polizia

La donna dice di aver segnalato la pericolosità dell'uomo mesi prima dell'omicidio della piccola Maëlys

COREA DEL SUD
20 ore

Cantante pop trovata morta nella sua casa

Sulli, al secolo Choi Jin-ri, aveva 25 anni

TUNISIA
22 ore

Turista francese ucciso al grido di Allahu Akhbar

L'aggressore, in fuga, sarebbe noto alle forze dell'ordine

STATI UNITI
22 ore

Dai telefoni ai droni, la spesa tech sale a 1'690 miliardi nel 2019

Lo prevedono gli analisti di International Data Corporation

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile