Keystone
STATI UNITI
05.04.19 - 09:060

Tesla: crollano le consegne, Musk si difende in tribunale

Il miliardario visionario deve trovare un'intesa con la Sec

NEW YORK - Tesla è crollata ieri a Wall Street, perdendo fino all'11%, per poi chiudere in calo dell'8,23%. A pesare è stato il crollo delle consegne nel primo trimestre, scese del 31%. Una flessione pesante che alimenta i dubbi sulla domanda per il Model 3, la vettura di punta del colosso delle auto elettriche, e che rischia di complicare la difesa in tribunale di Elon Musk dalle accuse della Sec, l'autorità di vigilanza dei mercati.

Il miliardario visionario comunque incassa una piccola vittoria in tribunale: il giudice concede due settimane a Musk e alla Sec per trattare e raggiungere un'intesa. Se un accordo non sarà trovato il giudice è pronto a deliberare. Secondo la Sec Musk ha violato il precedente accordo con le autorità con il quale si era impegnato a non pubblicare materiale informativo senza aver prima ottenuto il via libera dei legali della società al fine di non fornire informazioni fuorvianti.

I dati sulle consegne nel primo trimestre, secondo gli analisti, potrebbe rendere più difficile la linea di difesa di Musk, in quanto sono chiaramente non in linea con le dichiarazioni e i tweet del miliardario. E questo lo indebolisce davanti alla corte, oltre a erodere la fiducia degli investitori e mettere sotto ulteriore pressione i titoli. Musk il 19 febbraio ha twittato: «Tesla ha prodotto 0 auto nel 2011, ne produrrà circa 500.000 nel 2019». Le indicazioni giunte da Tesla con i dati sulle consegne del primo trimestre "riaffermano" invece una produzione sulle 360.000-400.000 unità per quest'anno.

Tesla ha consegnato nei primi tre mesi 63.000 auto, meno delle 90.966 dell'ultimo trimestre 2018 e sotto le attese degli analisti, che scommettevano su 73.500 unità. I Model 3 consegnati sono stati solo 50.900, una cifra decisamente inferiore alle previsioni.

Per Musk si tratta di uno schiaffo: l'amministratore delegato ha tagliato i prezzi del Model 3, scommettendo che se fossero stati ancora più accessibili avrebbero sostenuto le vendite. Per ora la sua strategia non ha dato i frutti sperati. La flessione delle consegne è legata alla riduzione degli incentivi pubblici americani all'acquisto di auto elettriche, ma anche alle difficoltà incontrate a trasportare le vetture oltreoceano. Gli analisti si mostrano preoccupati, temendo che alla base del calo ci sia un problema più grande, ovvero una mancanza di domanda.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
9 ore

«Ti lascio», e lei tenta di evirarlo

Protagonisti della vicenda un 43enne e una 30enne dell’Illinois. L’uomo ha riportato ferite profonde, mentre la ormai ex compagna è stata arrestata

ITALIA
11 ore

Carola Rackete è tornata in Germania

La capitano della Sea Watch 3 sarebbe partita subito dopo l'interrogatorio in procura ad Agrigento

FRANCIA
12 ore

Lavori alternativi: leggere la posta di Brigitte Macron

Sono ben sette gli impiegati dell'Eliseo che si occupano della corrispondenza della Première Dame

ITALIA
13 ore

Preparano un caffè col fornelletto, 950 euro di multa a Venezia

Protagonisti della vicenda sono due turisti tedeschi, pizzicati ai piedi del Ponte di Rialto mentre preparavano la bevanda. Il sindaco: «Venezia deve essere rispettata»

VIDEO
NUOVA ZELANDA
14 ore

Due insoliti clienti per un sushi bar

Due pinguini blu, una specie in via di estinzione, si sono intrufolati in un ristorante di Wellington

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile