Keystone / AP
ITALIA
07.02.19 - 14:110

«Risultati record» per Fca

L'utile netto è in aumento del 3% a 3,6 miliardi di euro

TORINO - Fiat Chrysler Automobiles (Fca) chiude il 2018 con «risultati record», inclusa Magneti Marelli: l'utile netto "adjusted" è in crescita del 34% a 5 miliardi di euro e l'utile netto in aumento del 3% a 3,6 miliardi di euro (+41% a parità di cambi di conversione).

I ricavi netti sono pari a 115,4 miliardi di euro, in aumento del 4% (+9% a parità di cambi di conversione) con maggiori volumi, migliori prezzi e mix. Le consegne globali complessive sono pari a 4.842.000 veicoli, in aumento di 102.000 unità.

L'utile Ebit "adjusted" è pari a 7,3 miliardi di euro, in rialzo del 3% (+9% a parità di cambi di conversione), con un margine in calo al 6,3%. Risultato record negli Stati Uniti, dove l'Ebit ha raggiunto i 6,2 miliardi di euro (+19%) con un margine all'8,6%, mentre nella regione Europa, Medio Oriente e Africa (Emea) è pari a 0,4 miliardi di euro, in calo del 45% con un secondo semestre debole. Risultati in diminuzione in Asia, soprattutto per la debole performance in Cina, dove anche Maserati ha subito un impatto significativo.

La liquidità netta industriale ammonta a 1,9 miliardi di euro, in miglioramento rispetto all'indebitamento netto industriale di 2,4 miliardi di euro a fine 2017.

Il titolo è stato temporaneamente sospeso alla Borsa di Milano per eccesso di ribasso. A penalizzarlo le stime per il 2019: il margine operativo lordo è atteso a 6,7 miliardi di euro, ben al di sotto delle previsioni degli analisti, comprese tra 7,1 e 8,6 miliardi di euro. Una previsione che esclude Magneti Marelli, deconsolidata a seguito della cessione ai giapponesi di Calsonic lo scorso mese di agosto, ma anche in questo caso - commentano gli analisti - il dato è «ben al di sotto delle attese».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report