Keystone / AP
BRASILE
02.01.19 - 19:060

Google sotto accusa per pubblicità occulta su YouTube

La Procura dello stato di San Paolo ha intentato una causa civile chiedendo al colosso del web di rimuovere alcuni video

BRASILIA - La Procura dello stato di San Paolo, in Brasile, ha intentato una causa civile chiedendo a Google di rimuovere i video di alcuni youtuber minorenni che farebbero pubblicità occulta di giocattoli e altri prodotti per bambini. Secondo quanto riferito dal portale di Diario de Pernambuco, gli youtuber coinvolti nella vicenda sono Julia Silva, Felipe Calixto, Manoela Antelo, Gabriela Saraivah, Marina Bombonato, Duda MH e il canale Vida de Amy.

La procura elenca una serie di video che dovrebbero essere rimossi. Nella maggior parte di loro, i bambini parlano di giocattoli popolari per i bambini nel Paese sudamericano. La causa è iniziata con una denuncia dell'Instituto Alana in merito a una iniziativa promossa dalla youtuber Julia Silva che riguardava le bambole Monster High, vendute da Mattel.

Secondo i pm, nel caso delle bambole Monster High le immagini erano 'pubblicità pagata', e questo non appariva chiaramente all'interno dei video di Julia Silva. La Procura ha chiesto inoltre a Google di impedire l'uso di YouTube come mezzo per aggirare le regole sulla pubblicità dei bambini e proibire la monetizzazione dei video che violano i diritti dei minori.

«Di fronte ad abusi di pubblicità indiretta attraverso YouTube da parte di youtuber minori, la piattaforma di Youtube, che non è destinata a bambini sotto i 18 anni, rimane inerte in relazione alle attività di marketing sleali praticate nei confronti dei minorenni, lasciando diversi bambini e adolescenti esposti a strategie di vendita abusive», scrive l'accusa.

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora

Frana del Ruinon, enormi massi sulla strada

La strada provinciale che porta al passo del Gavia era stata chiusa, ma avrebbe riaperto dopo poche ore

VIDEO
ITALIA
3 ore

Open Arms: nove migranti si tuffano in mare

La Guardia costiera li sta portando al molo a Lampedusa. A bordo rimangono 88 naufraghi

FOTO
EL SALVADOR
4 ore

Condannata per un aborto dopo la violenza: ora è stata assolta

L'odissea di Evelyn Beatriz Hernandez si è conclusa con il lieto fine ma ha comunque scontato 33 mesi di carcere: «Una vittoria per le donne»

STATI UNITI
4 ore

Gli Stati Uniti hanno ricominciato con i test missilistici

È il primo dall'uscita dal trattato sulle Forze nucleari a raggio intermedio firmato nel 1987, l'ordigno balistico ha colpito un bersaglio a 500 km di distanza

ITALIA
8 ore

Offende una donna di colore in spiaggia, denunciato

È accaduto a Chioggia. A urlare col megafono dello stabilimento insulti contro la donna, l’ex gestore della spiaggia di Punta Canna, già indagato in passato per apologia del fascismo

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile