Keystone
STATI UNITI
18.11.18 - 15:300

Aste: New York sulle montagne russe tra record e flop

A voler trovare un trend, i collezionisti preferiscono ora competere per opere sotto i venti milioni di dollari

NEW YORK - Un David Hockney da record, ma un Alberto Burri, un Jackson Pollock e un Van Gogh hanno fatto flop: il mercato dell'arte è entrato in una nuova fase di montagne russe. Dopo una corsa al rialzo la scorsa stagione, nelle aste di autunno di New York i prezzi hanno cominciato a volare in diverse direzioni.

Come spiegare i 90 milioni di dollari (89,4 milioni di franchi) che hanno fatto di Hockney l'artista vivente più costoso della storia ma il Vincent Van Gogh stimato 40 milioni che non ha trovato un compratore?

Nella settimana che si è appena conclusa Sotheby's, Christies's e Phillips hanno scambiato di mano opere d'arte per 1,9 miliardi di dollari, in linea con le aspettative, ma con andamenti imprevedibili: «Difficile capire in che direzione andare», ha commentato il Wall Street Journal, notando che capolavori "trofeo" sono restati "in panchina", a differenza di un decennio fa quando, durante la recessione, erano le opere "di serie A" ad attirare clienti in cerca di beni rifugio.

A voler trovare un trend, i collezionisti preferiscono ora competere per opere sotto i venti milioni di dollari. Per l'Hockney da Guinness "Ritratto di artista (Piscina con due figure)", Christie's è partita da 18 milioni: un'esca che ha pagato quando quattro concorrenti si sono arrampicati puntata dopo puntata fino a raggiungere il gran finale.

Anche Sotheby's ha fatto il record con un Rene Magritte ("Il Principio del Piacere") partendo a 11 milioni saliti a 26,8. Altre opere con cartellini del prezzo più alto come "Angolo di Giardino con farfalle" di van Gogh da Christie's non sono state vendute. Un problema è la saturazione del mercato: se ne è lamentato il CEO di Phillips Ed Dolman dopo la deludente prestazione del Burri e di altre proposte di arte contemporanea della casa.

Le aste di autunno a New York sono state dominate da collezionisti americani il cui gusto ha fatto salire al primato per l'artista "Chop Suey" di Edward Hopper da Christie's (91,9 milioni). Altri clienti hanno scartabellato i cataloghi e trovato perle a più buon mercato. La fascia intermedia tra i 10 mila e 10 milioni ha continuato a marciare a ritmo accelerato: Christie's ha registrato il cento per cento dei lotti venduti nella sessione da 11,5 milioni di dollari dedicata a Alberto e Diego Giacometti maestri del design.

I compratori asiatici, da Taiwan, Singapore e Indonesia, si sono fatti vedere e aiutato a sostenere le vendite di impressionisti e arte moderna: un Monet, "Water Lily Pond" da 32 milioni da Christie's, e altri 16 impressionisti da Sotheby's sono volati in Asia assieme a opere di Chaim Soutine, Camille Pissarro, Donald Judd, Rudolf Stingel e Kaws.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Sono loro i vip che hanno guadagnato di più nell'ultimo anno
Lo svela il consueto Forbes, fra sorprese grazie ai successi su Netflix e chi è stato castigato dal coronavirus
STATI UNITI
1 ora
Oggi si tiene la prima cerimonia funebre per George Floyd
L'inizio è fissato per le 19 ora svizzera, oggi davanti al giudice anche 3 degli ex-poliziotti coinvolti nell'omicidio
UNIONE EUROPEA
2 ore
Coronavirus: la Bce quasi raddoppia il piano d'acquisto per l'emergenza
È una sorpresa per molti investitori. L'operazione supera ora i 1'000 miliardi di euro.
ITALIA
3 ore
Il pronto soccorso di Codogno riapre: e c'è già il primo caso sospetto Covid
Il paziente è stato immediatamente isolato.
REGNO UNITO / GERMANIA
4 ore
I genitori di Maddie: è una svolta «potenzialmente molto significativa»
Il sospettato sarebbe stato condannato per uno stupro commesso circa un anno e mezzo prima della scomparsa della bimba
STATI UNITI
5 ore
Mattis: Trump «sta cercando di dividerci»
Dura presa di posizione dell'ex Segretario alla Difesa statunitense contro il presidente
UNIONE EUROPEA
5 ore
«I salvataggi delle compagnie di bandiera sono illegali»
«Vogliamo condizioni di parità» ha dichiarato Michael O'Leary
PORTOGALLO
8 ore
Caso Madeleine McCann, c'è un sospetto
Le indagini hanno permesso di identificare un uomo tedesco di 43 anni
STATI UNITI
9 ore
L'autopsia di George Floyd rivela che era positivo al coronavirus
Proteste pacifiche in molte città Usa, ma a New York 90 nuovi arresti
EUROPA
11 ore
Riconoscimento facciale? Bastano gli occhi, o la camminata
Le mascherine, che bloccano l'operatività del riconoscimento facciale, non hanno effetti su altri sistemi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile