Keystone / AP
EUROPA
29.10.18 - 10:100

Migliaia di morti premature a causa dell'inquinamento

Secondo una relazione dell'Agenzia europea dell'ambiente il miglioramento della qualità dell'aria è troppo lento

BERNA - Secondo una relazione dell'Agenzia europea dell'ambiente (AEA), la qualità dell'aria in Europa è migliorata. Ma il processo è troppo lento e l'inquinamento atmosferico rimane la principale causa ambientale di morte prematura. Anche la Svizzera ne è colpita.

L'AEA ha analizzato la qualità dell'aria in Europa tra il 2000 e il 2016, utilizzando i dati di oltre 2500 stazioni di monitoraggio in tutto il continente. Le stime presentate si riferiscono al 2015.

La conclusione è che le concentrazioni di polveri sottili (PM2.5), il biossido di azoto (NO2, emesso dai motori diesel) e l'ozono (O3) sono leggermente diminuiti: la qualità complessiva dell'aria in molte regioni è però inferiore agli standard autorizzati dall'Unione europea e a quelli raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che sono ancora più rigorosi.

L'AEA stima che le particelle sottili sono state responsabili di circa 422.000 decessi prematuri nei 41 paesi europei esaminati, di cui 391.000 nei 28 paesi dell'Unione europea. La cifra rappresenta una «riduzione di mezzo milione di decessi prematuri all'anno» rispetto al 1990, afferma la dichiarazione.

Il numero di decessi prematuri legati all'NO2 è stimato in 79.000 nei 41 paesi europei studiati (76.000 per l'UE). Infine, per quanto riguarda l'ozono, il numero stimato è di 17.700 morti (16.400 per l'UE). «L'inquinamento atmosferico è un assassino invisibile e dobbiamo raddoppiare gli sforzi per affrontarne le cause», ha dichiarato Hans Bruyninckx, direttore esecutivo dell'AEA.


Keystone / EPA

In Svizzera le particelle sottili hanno causato la morte prematura di 4200 persone nel 2015, il biossido di azoto ha ucciso 1000 persone e le concentrazioni di ozono 300.

Una delle principali fonti di inquinamento atmosferico in Europa è il trasporto su strada, insieme all'agricoltura, alla produzione di energia e all'industria. Particolarmente colpiti sono gli europei che vivono in città, dove le emissioni del trasporto su strada sono le più alte.

L'AEA stima che il 6% della popolazione urbana dell'UE, rispetto al 7% dell'anno precedente, è esposto a livelli di particelle PM2,5 (particelle molto fini composte da polvere, fumo, fuliggine o pollini) superiori ai limiti consentiti. La percentuale della popolazione urbana interessata da concentrazioni eccessive di biossido di azoto è del 7% (9%).

A metà maggio, sei paesi sono stati deferiti alla Corte di giustizia dell'UE per mancato rispetto degli obblighi in materia di qualità dell'aria: Francia, Germania, Regno Unito, Italia, Ungheria e Romania.

Keystone / EPA
Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Dal Mondo
VIDEO
IRLANDA
3 min

L'ultimo scherzo al funerale, il defunto dalla tomba: «Tiratemi fuori! Ma dove diavolo sono finito?»

I figli del veterano delle forze di difesa irlandesi Shay Bradley hanno diffuso il particolare saluto che il padre ha voluto fare ai suoi cari

STATI UNITI
2 ore

Pence andrà in Turchia «per mettere fine alla violenza»

Trump ha firmato un decreto con cui dà il via libera alle sanzioni Usa. Ankara: «Neutralizzati quasi 600 terroristi curdi»

STATI UNITI
3 ore

Le scuole del Maine danno gli avanzi ai porci

Una legge dello Stato lo consente. Il vantaggio è duplice: ridurre gli sprechi alimentari e i costi di smaltimento

VATICANO
11 ore

Il capo-sicurezza del Papa si è dimesso, ecco perché

Sullo sfondo una fuga di notizie, e uno scandalo su alcune operazioni finanziarie sospette

FRANCIA
14 ore

La ex di Lelandais vuole fare causa alla polizia

La donna dice di aver segnalato la pericolosità dell'uomo mesi prima dell'omicidio della piccola Maëlys

COREA DEL SUD
16 ore

Cantante pop trovata morta nella sua casa

Sulli, al secolo Choi Jin-ri, aveva 25 anni

TUNISIA
18 ore

Turista francese ucciso al grido di Allahu Akhbar

L'aggressore, in fuga, sarebbe noto alle forze dell'ordine

STATI UNITI
18 ore

Dai telefoni ai droni, la spesa tech sale a 1'690 miliardi nel 2019

Lo prevedono gli analisti di International Data Corporation

SPAGNA
19 ore

Nuovo mandato di arresto internazionale contro Puigdemont

Un giudice spagnolo accusa di sedizione e appropriazione indebita l'ex premier catalano

FOTO E VIDEO
STATI UNITI
21 ore

Crollo a New Orleans, ancora due dispersi

L'edificio dell’Hard Rock Hotel è ancora instabile. Si teme un nuovo collasso

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile