keystone
STATI UNITI
27.07.18 - 19:070
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Fox e Walt Disney: si alle "nozze"

Via libera dagli azionisti per l'unione dei due colossi. Un "matrimonio" da 71,3 miliardi di dollari

NEW YORK - Gli azionisti di Fox e Walt Disney dicono sì alle nozze da 71,3 miliardi di dollari (70,8 miliardi di franchi) fra i due colossi, rimuovendo un altro ostacolo a un accordo destinato a cambiare l'industria dei media e dell'intrattenimento. Un matrimonio che unisce Topolino ai Simpsons, e che consente a Disney di ampliare il proprio portafoglio di supereroi come X-Men e Avatar.

Il via libera degli azionisti non è però l'ultimo tassello di un puzzle incrociato su più continenti. Anche se il Dipartimento di giustizia degli Usa ha detto sì alle nozze, mancano infatti ancora all'appello i via libera delle autorità di una decina di paesi. E resta aperta la partita per Sky, di cui Rupert Murdoch ha una quota e un'offerta in campo per acquistare la parte restante.

Ma il tycoon non è l'unico interessato a mettere le mani sul colosso inglese: in corsa c'è anche Comcast, intenzionata a combattere fino alla fine per Sky dopo aver rinunciato proprio agli asset di Fox e aver concesso la vittoria a Disney. Il via libera degli azionisti di Fox e Disney mette definitivamente un punto alla battaglia in corso da mesi proprio con Comcast, che aveva presentato un'offerta maggiore a quella di Topolino per gli asset di Murdoch costringendo Disney a rivedere al rialzo la propria, nonostante l'intesa precedente raggiunta con il tycoon.

Le assemblee dei due colossi si sono riunite separatamente nello stesso albergo, l'Hilton, di New York. Assenti i protagonisti della partita: Murdoch per impegni precedenti è in California e Bob Iger, il numero uno di Disney, è in viaggio all'estero.

Anche nel caso che Comcast la spuntasse con Sky, Disney dall'acquisizione di Fox emergerà ancora più come un colosso: Topolino è già la maggiore società di intrattenimento al mondo e con gli asset di Murdoch cresce e lancia la sfida alla Silicon Valley, che con Netflix e Amazon sta rivoluzionando il piccolo e grande schermo. Disney infatti userà probabilmente l'archivio di Fox e la sua quota in Hulu per portare avanti il lancio di un suo servizio di streaming nel 2019.

Hollywood affila le armi di fronte al nuovo colosso, e cerca le strade per meglio competere con Disney-Fox e con l'altro gigante nascente At&t-Time Warner. Molti comunque nell'industria cinematografica guardano con tristezza agli annunci: con Fox Disney ammette indirettamente che il futuro della tv e del cinema è on line, aprendo di fatto la strada al maggiore consolidamento del settore dal 1935, da quando 20th Century Pictures e Fox Film si erano unite dando vita a 20th Century Fox.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Bufala della scopa, interviene persino la Nasa
Impazza sul web, con un po' di ritardo, la Broomstick challenge
GERMANIA
1 ora
Caso Dieselgate: raggiunto un accordo con Volkswagen
Il gruppo automobilistico e le associazioni dei consumatori sono finalmente d'accordo sulla questione dei risarcimenti
ITALIA
3 ore
Bimbo abbandonato a Roma
È stata una passante ad accorgersi del piccolo incustodito
CINA / MONDO
6 ore
Coronavirus, il punto della situazione
Nuovi casi in Cina e Corea del Sud. E in Giappone continua lo sbarco dalla Diamond
REGNO UNITO
7 ore
Scoperto l'ingresso segreto del Parlamento
Scoperte le cerniere originali delle due porte in legno alte tre metri e mezzo. Trovati anche diversi graffiti.
FOTO
RUSSIA
15 ore
Una "Batmobile" fermata sulle strade di Mosca
La vettura customizzata è stata confiscata nel centro cittadino
ITALIA
15 ore
«Oggi aiutiamo i ticinesi a gestire i casi di coronavirus»
A Milano la vita cerca di tornare alla normalità, riaprirà il Duomo. Parla l'assessore al Welfare di Regione Lombardia
ITALIA
17 ore
Tre tonnellate di cocaina su una nave: valgono 400 milioni di euro
Il sequestro è per quantità il secondo più ingente avvenuto in Italia
GERMANIA
17 ore
Zalando va alla grande e si lancia nell'usato
Dal terzo semestre del 2020 i clienti potranno anche vendere i propri articoli di usato sulla piattaforma online
MONDO
19 ore
Perdita milionaria per i produttori della birra Corona
Anheuser-Busch InBev paga il crollo della domanda cinese.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile