Keystone / AP
UNIONE EUROPEA
21.03.18 - 13:180
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:05

Arriva la tassa del 3% per i giganti del web

La Commissione Ue propone una soluzione temporanea, applicabile da subito, per costringere i colossi della Rete a pagare le tasse laddove producono profitti

BRUXELLES - Per costringere i giganti del web a pagare le tasse laddove producono profitti, la Commissione Ue propone una soluzione temporanea, applicabile da subito: una tassa del 3% sui ricavi da vendita di spazi pubblicitari (come Google), cessione di dati (come Facebook) e attività di intermediazione tra utenti e business (come Uber), applicabile a società con un fatturato globale superiore a 750 milioni di euro ed uno europeo sopra i 50 milioni. Bruxelles stima introiti per almeno 5 miliardi all'anno.

La tassa «assicura che le attività che oggi non vengono tassate comincino a generare introiti immediati per gli Stati membri», spiega Bruxelles. E aiuta a «evitare azioni unilaterali» che creerebbero un «patchwork di risposte nazionali che danneggerebbe il nostro mercato unico».

La tassa è indiretta, si applica ad alcuni tipi di ricavi ed è una misura temporanea, cioè vale fino a che non ci sarà una riforma complessiva che risolva una volta per tutte il problema delle grandi aziende digitali che sfuggono al fisco.

La Commissione propone quindi anche una strada per una soluzione a lungo termine, che consente agli Stati membri «di tassare i profitti dove sono generati, anche se le aziende non hanno una presenza fisica nel loro territorio». Bruxelles individua tre criteri per individuare una «presenza digitale tassabile», sufficiente ad assoggettare le aziende digitali al fisco nazionale. Una società che opera su web diventa quindi equiparabile a una qualunque altra azienda 'old economy' se supera i 7 milioni di euro di ricavi annuali in uno Stato membro, se ha più di 100.000 utenti registrati in uno Stato oppure se ha più di 3000 contratti per servizi digitali ad utenti business.

Questa soluzione, preferita dalla Commissione, potrà un giorno integrarsi alla proposta di creare una base imponibile consolidata comune (CCCTB), ferma da anni al Consiglio.

La tassa temporanea sarà «raccolta dagli Stati» e assicura che le start up o le piccole aziende non vengano toccate.

Commenti
 
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
5 ore

Turista francese disperso trovato morto in un burrone

Il cadavere è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in provincia di Salerno

STATI UNITI
6 ore

I segreti di Lady Epstein e le novità su Jeffrey: mutandine in prigione

Continuano le indagini sulla coppia legata al traffico e all'abuso di minori. Video del principe Andrea a casa del finanziere

REGNO UNITO
6 ore

«Se sarà no deal, a rischio stock di farmaci e cibo»

È un futuro apocalittico quello che aspetta la Gran Bretagna nel caso di una Brexit senza accordo stando a un documento segreto del governo

FRANCIA
8 ore

Fermato in auto col cadavere della moglie in valigia

A bordo anche i figli di 6 e 8 anni

INDIA
11 ore

La moglie scappa con l'amante: lui condannato a pagare con 71 pecore

Lo ha deciso il consiglio del villaggio di un paesino rurale in India ma il padre del "Romeo" non ci sta: «È un furto di bestiame illegale»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile