STATI UNITI
03.01.17 - 14:440
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Trump contro General Motors

«Faccia le auto negli Usa o paghi pesanti tasse doganali!», ha scritto su Twitter il presidente in pectore

WASHINGTON - «General Motors sta inviando un modello di Chevy Cruze, fatto in Messico, ai concessionari Usa esentasse. Faccia (le auto, ndr) negli Usa o paghi pesanti tasse doganali!». Lo scrive il presidente degli Stati Uniti eletto Donald Trump in un tweet.

Le azioni di Gm hanno registrato una flessione di circa l'1% dopo il cinguettio di Trump. Il presidente eletto aveva già minacciato Ford allo stesso modo.

Lo scorso novembre Gm aveva annunciato l'intenzione di licenziare 2000 dipendenti in due fabbriche, inclusa una a Lordstown, in Ohio, dove costruisce la compact Chevrolet Cruze. La casa automobilistica, secondo alcune fonti del settore, avrebbe pianificato di realizzare la Cruze hatchback in Messico e di continuare a costruire la Cruze sedan in Ohio. L'industria automobilistica di Detroit tende a produrre le auto piccole per il Nord America in Messico sfruttando il minore costo della manodopera, preferendo impiegare i più costosi operai statunitensi per realizzare veicoli più redditizi, come i suv e le auto di lusso.

«Solo poche auto» - In risposta al tweet di Trump, Gm ha precisato che fabbrica in Messico solo la versione 'hatchback' della Cruze «per i mercati globali, con un piccolo numero venduto in Usa».

Le critiche di Trump sono arrivate mentre Gm programma di cancellare un turno alla fabbrica di Lordstown, Ohio, sullo sfondo della diminuzione delle vendite della Cruze sedan: una mossa che costerebbe l'eliminazione di 1200 posti di lavoro a partire da questo mese.

Gm, il più grande produttore di auto americano, è ben radicato in Messico, con circa il 19% della sua produzione nordamericana, contro il 13% della Ford.

 

TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Il video del Veneto contro gli assembramenti dell'aperitivo
«Basta poco, una svista e tutto tornerà a fermarsi» ammonisce la campagna istituzionale
STATI UNITI
7 ore
Trump ha finito di prendere l'idrossiclorochina
La terapia ha ricevuto «recensioni entusiastiche» ha dichiarato nel corso di un'intervista
STATI UNITI
9 ore
Festa di liceali in piscina diventa un focolaio di coronavirus
È avvenuto in Arkansas, il governatore invita a non abbassare la guardia
CINA
10 ore
5G: Huawei domina il mercato cinese
Il produttore fornisce più della metà dei nuovi dispositivi nel Paese. A livello mondiale è secondo.
CINA
10 ore
Hong Kong, la polizia carica: già 150 arresti
Migliaia di persone in strada contro la legge sulla sicurezza nazionale cinese
VIDEO
ITALIA
13 ore
«Per contagiare una persona ce ne vogliono due contemporaneamente»
Suscita ilarità e indignazione la fantasiosa spiegazione dei dati sul contagio dell'assessore al Welfare lombardo.
STATI UNITI
14 ore
I mille necrologi sulla prima pagina del New York Times
Il conto delle vittime del coronavirus negli Usa si sta rapidamente avvicinando a quota 100mila
STATI UNITI
16 ore
L'annuncio maldestro di Trump «ha spinto il contagio negli Usa»
Il Washington Post punta il dito. Nel mirino la comunicazione confusa del presidente sul blocco dei voli dall'Ue
GERMANIA
1 gior
40 contagiati tra i partecipanti a una funzione religiosa
È avvenuto il 10 maggio, sei persone sono state ricoverate in ospedale
STATI UNITI
1 gior
«Se votate Trump non siete neri»
Il candidato alla Casa Bianca ha rimediato l'ennesima figuraccia durante un'intervista su YouTube.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile