RUSSIA
19.02.14 - 22:400
Aggiornamento : 25.11.14 - 02:02

Pussy Riot picchiate da cosacchi con manganelli

I soldati avrebbero urlato alle ragazze frasi come: "chiudete la bocca" e "vi siete vendute agli americani"

SOCHI - Le Pussy Riot sempre nel mirino di Putin. Le componenti della ormai celebre band sono state malmenate con manganelli e trattate con spray al peperoncino da soldati cosacchi incaricati di garantire la sicurezza a Sochi, città dei giochi olimpici invernali, mentre tentavano di esibirsi in una nuova performance ostile al presidente russo con l'intento di filmare un video musicale con il porto sullo sfondo. Lo riportano diversi media online.

Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina, che ieri peraltro erano state fermate per alcune ore dalla polizia insieme ad attivisti per i diritti umani, hanno scritto sui loro account che si apprestavano a cantare "Putin vi insegnerà ad amare la patria", quando sono state attaccate da cosacchi in divisa con i tradizionali colbacchi. Aisya Krugovikh, dell'entourage della band, ha raccontato che i soldati hanno urlato alle ragazze frasi come: "chiudete la bocca" e "vi siete vendute agli americani".

Immagini di quanto accaduto sono state mostrate sull'account del collettivo Voina, mentre la Alyokhina ha postato una foto del torace della Tolokonnikova che mostra i segni delle botte ricevute. Entrambe si sono fatte medicare in ospedale. Il marito della Tolokonnikova, Pyotr Verzilov, - si legge su un tweet della stessa artista - "ha perso la vista" dopo che i cosacchi gli hanno spruzzato dello spray al peperoncino.

ats ans

TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
1 ora

Rifiutati dall'Esercito tedesco: i più rappresentati sono i neonazisti

Seguono gli islamisti. Dall'introduzione, 2 anni fa, di controlli sistematici sono state scartate 63 aspiranti reclute

GERMANIA
3 ore

Il ceo di Siemens: «Trump sta diventando il volto del razzismo»

Joe Kaeser entra a gamba tesa nella diatriba sui tweet giudicati xenofobi del presidente. L'azienda tedesca sta per firmare un importante contratto negli Stati Uniti

CINA
3 ore

Hong Kong: nuova manifestazione, in decine di migliaia in strada

Anche questa volta molti manifestanti marciano con un ombrello, diventato il simbolo della protesta

REGNO UNITO
4 ore

È stato un 19enne a scatenare lo scandalo Darroch

Steven Edginton ha dichiarato di essere stato lui a ottenere i documenti e a passarli alla stampa

STATI UNITI
6 ore

Alll'asta per 1,8 milioni 3 video originali della Nasa sull'allunaggio del '69

Li aveva acquistati in un lotto un videoamatore che all'epoca era studente universitario, rivendendoli ci ha guadagnato circa 8'000 volte

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile