IL CAIRO
17.07.11 - 20:530
Aggiornamento : 17.11.14 - 23:02

Egitto: giallo su Mubarak; "è in coma", poi la smentita

IL CAIRO - Una dichiarazione dell'avvocato di Hosni Mubarak apre un giallo sulle effettive condizioni di salute dell'ex presidente egiziano, ricoverato dallo scorso aprile nell'ospedale di Sharm el Sheikh, in seguito a un attacco cardiaco che lo colse durante un interrogatorio. Il legale, Farid el-Dib, ha annunciato in serata un improvviso peggioramento del bollettino medico, riferendo che l'ex rais è entrato in "coma profondo".

Fonti mediche hanno però smentito, nel giro di poco. Un dottore dell'ospedale di Sharm ha infatti affermato all'agenzia Reuters che Mubarak "entra in coma di tanto in tanto e dunque, nelle sue condizioni di salute, non c'è nulla di nuovo". Successivamente, la tv di Stato ha riferito il bollettino dei vertici dell'azienda sanitaria: "Il direttore dell'ospedale internazionale di Sharm el Sheikh smentisce le affermazioni di El-Dib, che ha sostenuto che Mubarak sia in entrato coma".

La notizia del peggioramento dell'ex rais ha dato il via a diverse illazioni, sui media locali e internazionali, dal momento che Mubarak è atteso in tribunale il 3 agosto, per un processo nel quale risponde di abuso di potere e massacro. Nel corso delle proteste in Egitto, infatti, il regime ha risposto aprendo il fuoco in piazza contro i dimostranti: 840 civili sono rimasti uccisi in 18 giorni.

Delle traversie mediche di Mubarak si ha notizia dal 2010, da quando cioè l'ex rais si recò in Germania, ad Heidelberg, per un polipo al duodeno, conseguenza di problemi alla cistifellea. Il 12 aprile scorso, durante un interrogatorio, Mubarak fu colto da un primo attacco cardiaco, che ne rese necessario il ricovero. Nella notte si diffuse la notizia dell'arresto dei figli e il giorno dopo l'ex presidente fu colpito da un nuovo attacco di cuore.

Malgrado le sue precarie condizioni di salute, i manifestanti egiziani - che da dieci giorni sono di nuovo in piazza Tahrir - chiedono che sia processato e messo in galera. Dopo trent'anni al potere - e cioè cinque mandati come presidente egiziano - Mubarak ha dato le sue dimissioni lo scorso 11 febbraio.



ATS
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
1 ora
Tentato incendio nella brasserie preferita di Macron: scatta l'inchiesta
Il gesto arriva dopo che, nella serata di ieri, il presidente francese è stato contestato in un teatro parigino
STATI UNITI
2 ore
Negli aeroporti americani scattano i controlli contro la nuova Sars
Il virus ha fatto già due morti in Cina. Nel mirino i passeggeri provenienti da Wuhan. L'epidemia potrebbe essere più estesa di quanto finora pensato
STATI UNITI
4 ore
Boeing: spunta un nuovo problema al software del 737 Max
La società in una nota: «Stiamo effettuando gli aggiornamenti necessari». Il velivolo è a terra ormai da dieci mesi
STATI UNITI
4 ore
Sparatoria a Salt Lake City: quattro morti
Non è ancora chiaro se si tratti di una strage familiare
FOTO
ITALIA
15 ore
È davvero un Klimt da 66 milioni quello trovato nascosto in un muro
E per la precisione era il "Ritratto di Signora" scomparso nel 1997 a Piacenza, a trovarlo dei giardinieri impegnati a strappare dell'edera
STATI UNITI
16 ore
Sono loro la difesa "stellare" di Trump per il processo di impeachment
Una vero e proprio all-star team legale per il presidente Usa nel quale spiccano soprattutto due avvocati tanto celebri quanto temibili
CINA
16 ore
Anche la grande Cina inizia a dare segni di rallentamento
Il 2019 è l'anno peggiore per la crescita dal 1990. Ma è colpa solamente della guerra dei dazi con gli Stati Uniti?
FOTO
FRANCIA
20 ore
Louvre bloccato, scintille tra manifestanti e turisti
Alcuni visitatori hanno contestato la decisione degli scioperanti d'impedire l'accesso al museo
STATI UNITI
23 ore
«Esplora le nostre caverne»: lo Utah ritira la campagna pro-preservativo giudicata troppo volgare
Doppi sensi e allusioni piuttosto esplicite sulle nuove confezioni di profilattici distribuiti dallo Stato. Il governatore: «Così non va, sono pagate coi soldi dei contribuenti»
STATI UNITI
1 gior
«Ha atteso per 32 anni che la polizia bussasse alla sua porta»
La madre di un neonato morto assiderato nel 1988 è stata identificata. Lo aveva abbandonato in un parcheggio. Ma non sconterà alcuna pena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile