Immobili
Veicoli
Getty
GERMANIA
25.01.22 - 17:560

Attacco armato all'Università di Heidelberg, è stato uno studente 18enne

«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima

Aveva tante armi da fare una strage, ma per qualche motivo si è fermato dopo qualche sparo

HEIDELBERG - È stato un 18enne di Berlino, studente di biologia, a sparare con un fucile ieri all'interno di un'aula dell'Università di Heidelberg, in un dramma che ha scosso la Germania.

Lo ha dichiarato l'agenzia DPA, che lo ha appreso da fonti della polizia. Oltre all'assalitore, ha perso la vita anche una studentessa di 23 anni, colpita da un proiettile alla testa. Una 19enne, una 21enne e un 20enne sono invece rimasti feriti in modo più lieve, e sono già stati dimessi dall'ospedale.

«Avrebbe potuto fare una strage»
Secondo il capo della polizia di Mannheim, Siegfried Kollmar, sette chiamate di emergenza sono state ricevute dalla polizia nell'arco di 43 secondi alle 12.24 di lunedì. Sei minuti dopo, le prime auto di pattuglia sono arrivate all'università, e alle 12.43 gli agenti si sono diretti verso l'aula interessata, trovando gli studenti terrorizzati. L'assalitore, tuttavia, aveva già lasciato la scena del crimine ed era andato nella zona esterna dell'università, dove è stato trovato morto. Secondo Kollmar, con le armi che aveva a disposizione avrebbe potuto fare una strage. 

Un giorno dopo gli avvenimenti, la polizia è ancora all'oscuro del movente dell'autore del gesto. Gli investigatori stanno analizzando i dispositivi digitali che sono stati sequestrati dalla task force speciale (SEK) durante la perquisizione dell'appartamento del giovane, che non era conosciuto alla polizia. Non ci sono però indicazioni di un crimine a sfondo politico o religioso.

Quel messaggio prima del crimine
Il Ministro degli Interni del Baden-Württemberg, Thomas Strobl, ha intanto dichiarato che il padre del 18enne ha contattato la polizia pochi minuti dopo il crimine, allertandoli che il figlio aveva annunciato ciò che avrebbe fatto via Whatsapp, in un messaggio con scritto «le persone devono essere punite». Purtroppo, era troppo tardi. 

Dal lato psicologico ci si concentra intanto molto sui feriti, sui genitori e su coloro che hanno dovuto assistere all'attacco. 30 studenti erano nell'aula, quando sono stati sparati i colpi, a tutti loro, e a chiunque ne avesse bisogno, è stato offerto un aiuto psicologico. «È grande la sofferenza dei genitori della vittima, ma anche di quelli dell'autore del reato», ha dichiarato un portavoce della polizia.

«Questo terribile atto di violenza ci ha colpito e scosso profondamente» ha commentato invece Winfried Kretschmann, a capo del governo del Baden-Würrtemberg, «il mio pensiero va alle famiglie e ai parenti».

Armi? Acquistate all'estero
Si indaga anche sulle armi a disposizione del 18enne: oltre al fucile, aveva con sé diverse armi e più o meno cento proiettili in uno zaino. Secondo le prime indagini, tutte le armi derano detenute illegalmente poiché acquistate all'estero. 

La Germania, lo ricordiamo, ha una delle leggi più severe d'Europa in materia d'armi da fuoco: richiede a chiunque abbia meno di 25 anni di sottoporsi a un esame psichiatrico prima di poter ottenere il porto d'armi. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
SUDAFRICA
28 min
Venti giovani trovati morti in discoteca
Erano tutti studenti. Si erano riuniti per festeggiare la fine degli esami. Le circostanze ancora poco chiare
UCRAINA
4 ore
Credevano di parlare con il sindaco di Kiev e invece era un deepfake
Ingannati numerosi sindaci europei. Klitschko: «Il colpevole ha parlato con loro fingendosi me»
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
La Russia: «A Kiev colpita una fabbrica di missili»
L'attacco sulla capitale è stato definito «una barbarie» dal presidente Usa Biden
ITALIA
23 ore
Centinaia di aerei restano a terra
«Le compagnie hanno cancellato circa 41mila voli per il periodo estivo, tagliando 6,5 milioni di biglietti»
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
1 gior
Severodonetsk è stata occupata
Ne dà l'annuncio il sindaco della città. I russi sarebbero entrati anche nell'impianto Azot
NORVEGIA
1 gior
Oslo, la sparatoria considerata «atto di terrorismo islamista»
Due persone sono rimaste uccise. Almeno 21 i feriti. In manette un uomo di 42 anni
UCRAINA
1 gior
«Mosca sta tentando di trascinare Lukashenko nella guerra»
È la lettura che l'intelligence di Kiev propone in relazione ai presunti attacchi provenienti dal territorio bielorusso
ITALIA
1 gior
I giorni di Giuda nelle "ultime" parole di Borsellino
Esattamente trent'anni fa, il magistrato italiano pronunciava il suo "j'accuse". Fu il suo ultimo discorso in pubblico.
STATI UNITI
1 gior
Armi, Biden firma la stretta mentre il Paese protesta per l'aborto
Nel frattempo, un gruppo di 83 magistrati (in 28 Stati) ha annunciato che non perseguiranno chi cerca o pratica l'aborto
STATI UNITI
2 gior
Estirpato il diritto all'aborto: «Un giorno triste per gli Stati Uniti»
«La Corte suprema ha portato via un diritto costituzionale», ha dichiarato il presidente Joe Biden.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile