Immobili
Veicoli
POLIZIA DI STATO
ITALIA
11.01.22 - 21:300

Perquisite le abitazioni del "branco" che a Capodanno ha molestato almeno nove ragazze

In dodici sono ora indagati con l'ipotesi di reato di violenza sessuale di gruppo

MILANO - A Capodanno hanno molestato nove ragazze, stamattina la polizia è arrivata a casa. Hanno tra i 15 e i 21 anni e vivono tra Milano, Bergamo e Torino. In tutto gli agenti hanno bussato alla porta di 18 famiglie.

Sono stati individuati grazie ai racconti delle vittime, ai social network e ai testimoni presenti la notte di Capodanno nella zona di piazza Duomo a Milano. Ma non solo. L'analisi delle immagini di sorveglianza e il riconoscimento facciale hanno aiutato a completare il quadro dei raid avvenuti ai danni di almeno nove giovani ragazze. Dopo una meticolosa ricerca, quindi, gli agenti della polizia si sono presentati questa mattina presto davanti alle abitazioni di 18 ragazzi, 15 maggiorenni e tre minorenni. Come riporta Milano today, le forze dell'ordine hanno sequestrato computer, telefoni e alcuni vestiti, utili per dimostrare il coinvolgimento dei ragazzi nelle molestie avvenute a cavallo tra il 31 dicembre e il primo gennaio.

Nove delle perquisizioni sono avvenute a Torino, una a Bergamo e le altre tutte in zona Milano. Non tutti i ragazzi avevano già avuti contatti prima di quella notte, l'ipotesi è che si siano incontrati casualmente. Dei 18 sospettati, dodici ora sono indagati con l'ipotesi di violenza sessuale di gruppo.

Tutte le ragazze che finora hanno riportato quanto subito durante la notte di Capodanno hanno raccontato di essere state accerchiate e quindi molestate. Due turiste tedesche hanno inoltre criticato il fatto che mentre per dieci minuti hanno subito delle aggressioni fisiche, «la polizia era lì e non ha fatto nulla. Non possono non averci viste». In due casi distinti, mentre delle ragazze venivano molestate, altre si erano avvicinate per capire cosa stesse accadendo, finendo anch'esse vittime del gruppo di ragazzi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
5 ore
Estirpato il diritto all'aborto: «Un giorno triste per gli Stati Uniti»
«La Corte suprema ha portato via un diritto costituzionale», ha dichiarato il presidente Joe Biden.
FOTO
STATI UNITI
8 ore
La Corte suprema americana ha cancellato il diritto all'aborto
L'interruzione di gravidanza non sarà più un diritto costituzionale, decideranno gli Stati: «È una questione morale»
ITALIA
9 ore
«La testa della funivia andava cambiata»
I periti hanno ottenuto un rinvio per il deposito delle perizie tecniche. Riconvocate le parti per fine ottobre
STATI UNITI
15 ore
Dosi elevate di Thc «aumentano le brutte esperienze con la cannabis»
Dal 1995 a oggi il tenore della sostanza psicotropa è cresciuto enormemente, dal 4 al 95% in alcuni casi
REGNO UNITO
18 ore
Venti milioni: tutte le vite salvate dai vaccini
Secondo uno studio nel primo anno di campagna vaccinale sono stati evitati il 79% dei decessi grazie al preparato
MONDO
1 gior
Scoperto batterio gigante visibile a occhio nudo
Lungo circa un centimetro, è 5'000 volte più grande della stragrande maggioranza dei batteri.
UNIONE EUROPEA
1 gior
Ucraina ammessa tra i candidati all'entrata nell'Unione Europea
Con lei, anche la Moldavia. L'ha deciso il Consiglio Europeo.
MALTA
1 gior
Impossibile portare a termine la gravidanza, ma non può abortire
Due statunitensi in vacanza si scontrano con la legge più dura d'Europa. E una donna e una bambina rischiano di morire
STAT UNITI
1 gior
La scuola di Uvalde verrà rasa al suolo
Lo ha annunciato il sindaco della città. Nel frattempo il capo della polizia è stato posto in congedo amministrativo
ITALIA
1 gior
«Mi ha chiesto dei soldi. Le ho detto che mi dispiaceva»
Il regista canadese è stato interrogato ieri pomeriggio al tribunale di Brindisi. Oggi la decisione della giudice
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile