Immobili
Veicoli
Keystone
Sudan
21.11.21 - 22:000

Reinsediato il primo ministro dopo il golpe, i sudanesi non sono d'accordo

Abdallah Hamdok torna in carica nell'esecutivo di transizione, ma ha un accordo infelice con i golpisti

KHARTUM - A quasi un mese dal golpe avvenuto in Sudan, il premier Abdallah Hamdok ha ritrovato i suoi poteri. Con i golpisti ha firmato un accordo che lo ha reso libero dagli arresti domiciliari a cui era stato costretto, un accordo che rende infelici i sudanesi che per l'ennesima volta sono scesi in piazza. Gli scontri hanno fatto un morto: un ragazzo di 16 anni.

«È l'accordo del tradimento», così in un comunicato l'Associazione dei professionisti (Spa) sudanesi ha condannato il reinsediamento di Abdallah Hamdok. «È un tentativo di legittimare il colpo di Stato e l'autorità del Consiglio militare, ed è un suicidio politico per lo stesso premier». La Spa è la confederazione di 17 sindacati sudanesi che giocò un ruolo centrale nelle proteste che nel 2019 portarono alla caduta del regime di Omar al-Bashir.

Da allora militari e civili cercavano di collaborare per fare del Sudan uno stato democratico. Ma con il passare del tempo erano venute a crearsi due fazioni e il precario equilibrio che teneva insieme il Paese si è spezzato lo scorso 25 ottobre, quando il capo delle forze armate Abdel Fattah al-Burhan aveva condotto con i suoi soldati un nuovo colpo di Stato. Abdallah Hamdok, il primo ministro, in carica per portare avanti la transizione verso la democrazia, era stato arrestato. Prima portato in luogo ignoto, era poi stato trasferito alla sua abitazione dove fino a oggi era rimasto segregato.

Il golpe aveva suscitato l'ira dei sudanesi. Scesi in piazza, le proteste si erano trasformate in scontri con le forze armate. Scontri che fino a ieri avevano fatto 40 morti. Oggi, dopo l'annuncio della ripresa del potere da parte di Abdallah Hamdok, tornato in carica grazie a un accordo suggellato con i golpisti, che prevede che questi diventano parte integrante del governo, ovvero dei tecnocrati, la popolazione è di nuovo scesa in piazza perché si è sentita tradita, ma l'Associazione dei medici sudanesi ha scritto su Facebook che in questa ennesima giornata di tensione un ragazzo di appena 16 anni ha perso la vita dopo essere sceso in strada a Omdurman con i suoi connazionali. È stato raggiunto alla testa da un proiettile.

Il principale gruppo che si batte per l'attribuzione del potere ai civili, quello delle Forze per la libertà e il cambiamento, ha respinto l'intesa ribadendo con chiarezza che «non c'è nessun negoziato, nessuna partnership» con i golpisti, i quali sarebbero solo da processare per la sanguinosa repressione delle manifestazioni. 

Keystone
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
1 ora
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
4 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
5 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
10 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
12 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
13 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
14 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile