Immobili
Veicoli
Keystone
Stati Uniti
18.11.21 - 10:000
Aggiornamento : 15:57

Negli States sono morte 100'000 persone per overdose

Molti consumatori, convinti di aver comprato online dei classici farmaci da banco, non sapevano di star assumendo droga

NEW YORK - È soprattutto fentanyl. Venduto in pillole che sembrano farmaci da banco. Ma non mancano gli antidolorifici e l'eroina. L'abuso di sostante negli Stati Uniti ha provocato in un solo anno più di 100'000 morti per overdose. Il presidente Biden vuole rendere la copertura sanitaria più conveniente, «così che le persone che hanno bisogno di cure possano ottenerle».

Mercoledì sono stati pubblicati i primi dati sul consumo di droga del Centro statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie. I numeri non fanno sorridere. Mostrano che nel contesto pandemico è andata a inserirsi un'ulteriore piaga che ha fatto un quinto dei morti totali di Covid registrati finora negli States. Tra maggio 2020 e aprile 2021 sono morte per overdose più di 100'000 persone, circa 275 al giorno.

Un dato allarmante, con un amento dei casi del 30% rispetto all'anno precedente e del 50% in confronto agli ultimi cinque anni. Questo perché, come spiegato dalla dottoressa Nora Volkow, direttrice del National Institute on Drug Abuse alla Cnn, «chi già assumeva farmaci, ne ha fatto un uso maggiore e chi era sulla via della guarigione, è ricaduto nel tunnel della droga. Penso che avremmo potuto prevederlo». La maggior parte dei decessi, 64'000, legati al consumo di stupefacenti è dovuta agli oppioidi come il fentanyl, una sostanza da 50 a 100 volte più forte della morfina. Questo è il dato più alto registrato negli ultimi 20 anni.

Ma non tutti i consumatori erano coscienti di ciò che stavano assumendo. Anche perché le morti hanno un range di età che parte da meno di un anno di vita. Innanzitutto, come già spiegato dalla Drug Enforcement Administration (Dea) in un rapporto di settembre, queste sostanze vengono vendute online e hanno l'aspetto e il nome di farmaci da banco. Secondo un rapporto del 2020, una persona su quattro non può permettersi la copertura sanitaria americana. Per questo ricorrono al mondo di internet, dove tutto costa meno. Il risultato: chi aveva solo bisogne di cure si ritrova a essere un consumatore di sostanze stupefacenti e il rischio di incorrere in un overdose aumenta.

Poi ci sono storie di bambini che hanno perso la vita a causa di queste sostanze perché, con la tendenza a mettere tutto in bocca, il loro sguardo è caduto su un blister. Ingerite quelle che possono anche sembrare caramelle, le conseguenze per chi è in tenera età possono essere disastrose sin dalla prima assunzione.

Il fenomeno non si limita a uno solo o determinati Stati, ma a tutto il territorio sotto la presidenza di Biden. La Dea ha comunicato di aver «sequestrato abbastanza fentanyl da assicurare a ogni americano una dose letale». Questo vuol dire dosi per uccidere 333 milioni di persone. L'amministratrice della Dea ha spiegato che questa «è un'emergenza nazionale, che non conosce limiti geografici e che sta peggiorando sempre più».

La mossa di Biden - Durante una conferenza stampa, indetta in occasione del rilascio dei nuovi dati sul consumo di droga, Biden ha detto: «A tutte quelle famiglie che hanno pianto una persona cara e a tutte quelle persone che stanno affrontando la dipendenza o sono in via di guarigione: siete nei nostri cuori, e non siete soli. Insieme, cambieremo le sorti di questa epidemia».

L'amministrazione governativa statunitense ha inoltre stanziato quattro triliardi di dollari dall'American Rescue Plan per combattere le morti per overdose, i problemi di salute mentale ed espandere la rete di servizi di aiuto per il disturbo da uso di sostanze. Inoltre «stiamo lavorando per rendere la copertura sanitaria più accessibile e conveniente per tutti gli americani, in modo che più persone che hanno bisogno di cure possano ottenerla».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
1 ora
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
5 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
6 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
10 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
13 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
14 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
15 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile