Immobili
Veicoli
Afp
Cina
05.11.21 - 14:480

Allarme smog: stop attività all'aperto

Per le autorità locali è colpa della situazione meteorologica e per Greenpeace sono i combustibili fossili

PECHINO - Mini lockdown a Pechino. Lo smog ha raggiunto livelli pericolosi. Da oggi e per i prossimi tre giorni, nella capitale e in tre altre città saranno vietate l'attività fisica all'aperto e alcuni tratti autostradali rimarranno chiusi. Le autorità locali attribuiscono il picco d'inquinamento alle condizioni meteorologiche, ma c'è anche un fattore umano.

Quando in Cina si consulta il bollettino meteo, oltre a temperature, vento, sole e pioggia, c'è la sezione inquinamento che viene costantemente aggiornata. Oggi il Real-time Air Quality Index di Pechino ha mostrato numeri ben sopra il livello di sicurezza stabilito dall'Organizzazione mondiale per la sanità, ma già da ieri il governo aveva posto la capitale, Shanghai, Tianjin e Harbin in allerta gialla. I Pm 2.5 hanno superato in gran parte del territorio quota 200 e in alcune zone anche 300.

Il risultato è che le città sono avvolte da una cappa grigia e la Commissione per l'educazione cinese ha posto il divieto alle scuole di fare attività fisica all'aperto e chiuso i parchi giochi. La popolazione è stata invitata a uscire di casa solo per necessità urgenti. Inoltre anche alcuni tratti di autostrada sono rimasti chiusi e lo rimarranno forse ancora per un paio di giorni. Al momento, riferiscono i media locali, ci sono punti in cui la visibilità è limitata a 200 metri. La situazione rimarrà tale fino a domenica, giorno in cui è previsto un calo di Pm 2.5, grazie anche all'arrivo della neve.

Se per le autorità di Pechino questo forte smog è «una combinazione di condizioni meteorologiche sfavorevoli con una diffusione dell'inquinamento della regione». Al contrario Greenpeace Asia ha etichettato come responsabili i combustibili fossili. Infatti il 60% dell'energia usata dalla Cina ha come fonte la combustione del carbone.

Afp
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
2 ore
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
6 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
7 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
12 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
14 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
15 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
16 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile