Immobili
Veicoli
Keystone
Cronaca
05.11.21 - 08:440

Inizia il processo per l'omicidio di Ahmaud Arbery, ma la giuria è tutta bianca

Il giudice ha deciso di andare avanti, riconoscendo che «ci sono motivi validi per respingere alcuni degli individui»

ATLANTA - «Troppi pochi neri». Si è aperto il processo per l'omicidio di Ahmaud Arbery, il 25enne che a febbraio 2020 era stato ucciso mentre faceva jogging. Il caso era stato etichettato come crimine d'odio, ma nonostante questo il giudice ha fatto notare all'apertura dell'udienza come un solo componente della giuria fosse nero.

Era il 23 febbraio 2020 e Ahmaud Arbery stava facendo jogging per le strade di Bruswick. Tre uomini, Travis McMichael, Gregory McMichael e William Bryan Jr, lo avevano inseguito a bordo di una macchina. Il primo era un ex-agente di polizia e il secondo il figlio. Entrambi erano armati di una Magnum e di un fucile a pompa, che è poi diventata l'arma del delitto. I tre avevano prima tentato di bloccare la strada al 25enne nero e poi William McMichael aveva aperto il fuoco e sparato tre colpi.

I tre, arrestati, avevano dichiarato che stavano procedendo a un arresto cittadino in quanto erano convinti che Arbery fosse un ladro e dicevano che lo avevano visto nei video delle telecamere di sicurezza di un'abitazione. Ma un gran giurì federale, esaminando il video che era stato pubblicato da una radio locale, aveva proclamato che si trattasse di un crimine d'odio. Poi arrivò anche l'accusa di tentato sequestro. I tre si erano da subito dichiarati non colpevoli.

Oggi invece si è aperto il processo che vede i tre come principali e unici accusati. Ma il giudice Timothy Walmsley ha subito evidenziato una problematica all'interno della giuria. Undici su dodici sono bianchi. «Sembra esserci una potenziale discriminazione razziale». Concludendo però che la corte non ha l'autorità per reinsediare una giuria, visto che nella selezione dei giurati ci sono stati motivi validi per respingere gli individui. La difesa ha respinto 11 candidati neri e l'accusa ne ha respinti 12 bianchi. La prima ha dichiarato di essere bloccata «tra l'incudine e il martello» perché molti dei potenziali giurati avevano già formato delle opinioni molto forti in confronto agli accusati. Tre ad esempio avevano sostenuto il gruppo "I run with Maud" che faceva jogging dopo la morte di Arbery e una aveva affermato su Tik Tok di avere una connessione emotiva con la vittima.

Keystone
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
4 ore
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
7 ore
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
TAGIKISTAN
12 ore
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
19 ore
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
1 gior
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
1 gior
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
1 gior
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
FRANCIA
1 gior
Quel triangolo viola voluto dal Reich
La storia di Simone Arnold e della sua famiglia, per far luce sulle persecuzioni tedesche dei testimoni di Geova
MEDIO ORIENTE
1 gior
La neutralità della "Svizzera dell'Arabia" è sotto attacco
L'Oman si definisce neutrale, e intende tentare di risolvere qualsivoglia conflitto con colloqui di pace e diplomazia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile