Keystone
ITALIA
26.10.21 - 07:380

La terza dose per tutti in Italia è sempre meno teoria e sempre più possibilità reale

Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»

ROMA - Arriva l'inverno e i contagi nella vicina Italia rialzano (seppur lievemente) la testa, c'entra sicuramente il fatto che stiamo più al chiuso di prima ma è importante che non si perda di vista un'altra eventualità, ovvero che l'efficacia della risposta immunitaria non stia calando con il passare dei mesi dal completamento del ciclo vaccinale. È una delle cause che si teme possano essere all'origine del boom di contagi nel Regno Unito e anche in Germania.

E così, l'eventualità di una terza dose per tutti inizia a diventare «uno scenario verosimile», almeno stando alle parole di Silvio Brusaferro, direttore dell'Istitituto superiore di sanità che conferma - scrive il Corriere della Sera - come l'eventualità sia monitorata, «noi nel caso vi saranno le evidenze del caso, saranno declinate dal punto di vista organizzativo». Insomma, se terza dose sarà, sarà meglio trovarsi pronti dal punto di vista logistico.

Stando all'Ema, al momento una terza dose (in realtà mezza dose) è consigliata anche negli over 18 vaccinati con Moderna - come moltissimi in Svizzera e quasi tutti in Ticino - dai 6 agli 8 mesi dopo la seconda. Quindi, sempre stando alle indicazioni, per tutti quelli che si hanno completato il ciclo entro l'estate, non mancherebbe poi tantissimo.

Al momento la priorità restano i soggetti più sensibili, ma un possibile approccio nel Belpaese potrebbe seguire una strategia «a ferro di cavallo», seguendo alcuni studi preliminari fatti negli States e Israele, immunizzando i due opposti dello spettro demografico: ovvero i più anziani e i più giovani, ritenuti più a rischio in quanto più mobili e socialmente attivi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
19 min
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
3 ore
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
LIVE
MONDO
LIVE
«Omicron dà sintomi lievi»
La presidente dell'Associazione dei medici del Sudafrica dà una speranza sulla nuova variante del virus.
ITALIA
1 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
1 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 gior
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
1 gior
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile