Deposit
STATI UNITI
21.10.21 - 06:000

Ratti infetti, drastico aumento di casi di leptospirosi a New York

Una persona è deceduta. Nel 2021 le chiamate per segnalare le infestazioni sono aumentate del 20%

Tra le possibili cause c'è anche il cambiamento climatico

NEW YORK - I topi a New York ci sono sempre stati. Tuttavia ora i cittadini sono preoccupati soprattutto per la leptospirosi, una malattia che si diffonde attraverso il contatto con l'urina di ratto o l'acqua contaminata dai topi. 

Solo il mese scorso il dipartimento della salute della città ha segnalato ben 14 nuovi casi. Il numero è decisamente alto, se si considera che negli ultimi 15 anni New York ha registrato 57 casi in totale. 

14 casi e un decesso - Tredici delle quattordici persone infette sono state ricoverate con un'insufficienza renale ed epatica acuta (in due presentavano anche problemi polmonari), mentre una persona è deceduta a causa della leptospirosi. La malattia infatti, se non curata, è potenzialmente fatale. 

Nella maggior parte dei casi, i pazienti erano stati esposti ad un ambiente in cui era presente un'infestazione di topi. Il Dipartimento della salute si è successivamente prodigato per la bonifica dei siti segnalati. 

Un ulteriore caso è stato registrato la scorsa settimana. 

Le cause - Tra le possibili cause dell'aumento dei casi di leptospirosi c'è anche il cambiamento climatico: un ambiente più caldo e umido contribuisce infatti alla trasmissione della malattia. Ma anche le condizioni di povertà e igiene giocano un ruolo fondamentale: ben tre persone infette erano dei senzatetto. Inoltre si suppone che i casi siano più alti di quelli effettivamente registrati, in quanto la fetta più povera della popolazione difficilmente ha accesso all'assistenza sanitaria, scrive Business Insider. 

Nella sola città di New York, le chiamate per segnalare problemi relativi ai ratti sono aumentate del 20% nel 2021, per un totale di 20'000 denunce. E ciò è coinciso con un taglio del budget al dipartimento dei servizi igienico-sanitari di 45,6 milioni di dollari. Nel 2017, quando ci fu un'altra "epidemia" nel Bronx con tre casi registrati in poco tempo, Bill de Blasio aveva stanziato 32 milioni di dollari per uccidere più topi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
5 ore
«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»
Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti
PERÙ
9 ore
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
LIVE
MONDO
LIVE
«Omicron dà sintomi lievi»
La presidente dell'Associazione dei medici del Sudafrica dà una speranza sulla nuova variante del virus.
ITALIA
1 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
1 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 gior
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
1 gior
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
2 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile