Reuters
STATI UNITI
18.09.21 - 22:000

Il miliardario Durst è colpevole di un omicidio che risale a oltre vent'anni fa

Nel 1982 aveva ucciso la prima moglie. E nel 2000 la donna che l'aveva aiutato a coprire le tracce

NEW YORK - Robert Durst, l'eccentrica "pecora nera" di una dinastia immobiliare di New York che per metà della vita era riuscito a schivare la giustizia ma nel 2015 era stato arrestato dopo aver involontariamente confessato di «averli ammazzati tutti» in un documentario su Hbo, è stato riconosciuto colpevole dell'omicidio di un'amica oltre venti anni fa a Los Angeles.

Il verdetto della giuria, dopo sette ore in camera di consiglio, è stato l'ultimo capitolo di una saga pluridecennale cominciata nel 1982 con la sparizione della prima moglie Kathie e conclusasi oggi con quel «colpevole» per l'assassinio nel 2000 di Susan Berman, l'amica e figlia di un boss mafioso a Las Vegas che, dopo averlo aiutato a coprire le tracce della scomparsa della consorte, aveva minacciato di andare alla polizia a spiattellare tutto. Susan era stata trovata morta in casa, uccisa con un colpo di pistola alla testa.

Durst, che ha 78 anni e non è apparso in aula perché in isolamento da Covid, è stato riconosciuto colpevole di omicidio di primo grado (equivalente all'omicidio intenzionale in Svizzera). Starà ora al giudice, il 18 ottobre, decidere se condannarlo al carcere a vita senza sconti di pena come previsto per chi ha ucciso un testimone.

Messo ai margini dalla famiglia (il fratello Douglas ha deposto al processo contro di lui), Durst era stato arrestato a New Orleans sei anni fa, poche ore prima dell'andata in onda sull'emittente tv a pagamento di "The Jinx" di Andrew Jarecki in cui, sovrappensiero e pensando di non essere registrato, aveva mormorato: «Che diavolo ho fatto? Li ho uccisi tutti, naturalmente».

La polizia gli aveva messo le manette dopo che già più volte nel corso degli anni l'erede della dinastia immobiliare che a New York ha costruito, tra gli altri, il grattacielo di Bank of America e la Freedom Tower a Ground Zero si era reso uccel di bosco. Nel 2000, mentre le autorità avevano cominciato a seguire nuove piste sulla scomparsa della moglie, Durst era fuggito in Texas nascondendosi in una casa di Galveston travestito da donna sordomuta.

L'anno dopo, con un mandato di arresto sulle spalle per la morte dell'anziano vicino Morris Black (per sua stessa ammissione, fatto a pezzi con una sega e un coltello da cucina) si era di nuovo dato alla macchia ed stato arrestato in Pennsylvania, dopo una caccia all'uomo in vari stati, per aver rubato un sandwich da un supermercato pur avendo nell'auto decine di migliaia di dollari in contanti e due armi da fuoco.

Quella volta al processo Durst l'aveva fatta franca riuscendo a convincere la giuria che Black era stato ucciso da un colpo di pistola partito per sbaglio durante una rissa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
TURKMENISTAN
2 ore
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
10 ore
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
13 ore
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
16 ore
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
18 ore
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
21 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
22 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
1 gior
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
1 gior
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
1 gior
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile