AFP
Salah Abdeslam in aula a Parigi nella seconda giornata del processo per gli attacchi del 13 novembre 2015.
FRANCIA
09.09.21 - 15:020

Salah Abdeslam prende la parola (senza permesso) per scagionare i co-imputati

Momenti concitati in avvio della seconda giornata del processo per gli attacchi del 13 novembre 2015

PARIGI - Salah Abdeslam ha preso la parola anche nella seconda giornata del processo per gli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi.

Lo ha fatto alzandosi in piedi e lanciando delle frasi piuttosto sconclusionate all'indirizzo del presidente della Corte d'appello speciale. «Le vittime in Siria parleranno?» ha dichiarato, prima di scagionare i tre co-imputati alla sbarra con lui. «Ci sono persone generose, Mohamed Amri, Hamza Hattou, Ali Oulkadi» che «mi hanno reso servizi. Queste persone sono in prigione e non hanno fatto nulla!» sostiene Abdeslam, riferendosi ai presunti complici che l'avrebbero aiutato a tornare in Belgio dopo gli attacchi e a trovare dei nascondigli.

Il giudice, dopo aver invitato l'imputato a ritornare con calma agli argomenti del dibattimento, a un certo punto ha dovuto chiudere il microfono dell'auto-dichiarato "combattente dello Stato Islamico", dicendogli: «Ha avuto cinque anni per parlare, non l'ha fatto. Ora sento che volete parlare, ma non è il momento». 

L'udienza, in seguito a questo incidente, è stata sospesa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
PERÙ
1 ora
Trema la terra nel nord del Perù: scossa di magnitudo 7,5
Non sono al momento segnalate vittime, ma i danni materiali sembrano essere ingenti
LIVE
MONDO
LIVE
«Omicron dà sintomi lievi»
La presidente dell'Associazione dei medici del Sudafrica dà una speranza sulla nuova variante del virus.
ITALIA
1 gior
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
1 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 gior
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
1 gior
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile