keystone-sda.ch (VIGILI DEL FUOCO HANDOUT)
Le analisi di laboratorio confermano che i pannelli di rivestimento della Torre dei Moro erano fatti con un materiale altamente infiammabile.
ITALIA
03.09.21 - 14:500
Aggiornamento : 15:13

Torre dei Moro, le analisi confermano che i pannelli erano fatti di un materiale altamente infiammabile

Perquisizioni sarebbero in corso nella sede dell'azienda produttrice

MILANO - Altro che ignifughi: i pannelli del rivestimento esterno della Torre dei Moro, il grattacielo milanese arso da un terribile incendio domenica, sarebbero stati composto da un materiale plastico sintetico altamente infiammabile. Non quindi l'Alucobond, prodotto registrato dall'azienda tedesca 3A Composites - la quale aveva contraddetto le affermazioni rilasciate dopo l'incidente dall'amministratore del condominio Augusto Bononi.

La perquisizione - Le prime analisi di laboratorio sui materiali presenti nel palazzo sono state condotte dal Nucleo Investigativo Antincendio dei Vigili del Fuoco. Sono un elemento essenziale dell'inchiesta aperta dalla procura di Milano, che indaga per disastro colposo, al momento contro ignoti. Non si conoscerebbe l'esatta composizione del materiale a causa della mancanza di alcuni documenti tecnici. Qualcosa di più si potrebbe scoprire dall'analisi delle carte sequestrate nel corso della perquisizione effettuata presso l'azienda produttrice, che si trova a Fiorenzuola in provincia di Piacenza.

Esami sul materiale - Gli esperti ritengono che i pannelli (alcuni dei quali si sono sciolti a causa delle alte temperature) avrebbero agevolato l'espandersi delle fiamme anziché svolgere la prevista opera di contrasto. Il tutto avrebbe portato alla rapidissima espansione delle fiamme, che in soli tre minuti hanno avvolto il palazzo. Si sta cercando di capire se il materiale indicato nei documenti di costruzione presentati al Comune di Milano sia lo stesso che è stato poi applicato sulla Torre dei Moro. A breve i Vigili del Fuoco dovrebbero consegnare la relazione completa. L'inchiesta della procura milanese dovrà anche accertare le cause dell'incendio, che ha avuto origine al 15esimo piano. 

Trovati gli alloggi - Questa mattina, inoltre, il sindaco di Milano Beppe Sala ha incontrato gli inquilini, assicurando la disponibilità dell'amministrazione nel fornire alloggi a tutti tramite una convenzione con il vicino Quark Hotel e tramite l'assegnazione di decine di appartamenti. 80 sono disponibili da subito, ma a febbraio si arriverà a quota 200. «Abbiamo fatto una prima ricognizione e proposto nove soluzioni in città, cominceranno le visite già da settimana prossima» ha spiegato Sala. «Nessuno di noi oggi può sapere quanto sarà il periodo, nessuno di noi può sapere se, come auspichiamo, la Torre può essere salvata, o meno. È nelle mani della Procura e degli enti competenti ma noi dobbiamo cominciare a pensarci».

REUTERS
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIVE
MONDO
LIVE
«Omicron dà sintomi lievi»
La presidente dell'Associazione dei medici del Sudafrica dà una speranza sulla nuova variante del virus.
ITALIA
23 ore
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
1 gior
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 gior
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 gior
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
1 gior
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
FOTO
Regno Unito
1 gior
«Crescita infinita=Pianeta finito». Extinction Rebellion contro Amazon
Un portavoce della grande A: «Porteremo le nostre emissioni a zero entro il 2040, sostenendo anche le piccole imprese»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile