Afp
STATI UNITI
26.08.21 - 21:410
Aggiornamento : 22:41

«Sapevamo che prima o poi sarebbe successo e nei prossimi giorni non migliorerà»

La conferenza stampa del Pentagono sulla strage di oggi all'aeroporto della capitale, il bilancio è di almeno 60 morti.

A sventare altri assalti, la collaborazione con i talebani: «Abbiamo condiviso con loro delle informazioni», spiega il generale Kenneth McKenzie.

WASHINGTON D.C. - Ci sarebbe l'Isis dietro all'attentato con due autobombe di oggi nei pressi dell'aeroporto di Kabul, che ha causato almeno 60 morti e più di un centinaio di feriti. Lo ha confermato questa sera il generale dell'esercito americano Kenneth F. McKenzie durante una conferenza stampa del Pentagono, la conferma è poi arrivata anche via Telegram dallo stesso Stato Islamico.

La falange responsabile è quella afghano-pakistan-iraniana dello Stato Islamico della Provincia di Khorasan (ISKP o ISIS-K), storicamente ostile ai talebani. Secondo McKenzie è poco probabile che l'offensiva dei terroristi si plachi nei prossimi giorni, anzi, potrebbe addirittura peggiorare. Malgrado ciò «il nostro obiettivo di evacuare quanta più gente possibile e continueremo, finché non termineremo entro la fine del mese».

Stando al generale, a contribuire a evitare altri morti nella giornata di oggi è stata la collaborazione attiva con i talebani: «Fra di noi c'è stato uno scambio d'informazioni che pensiamo li abbiano aiutati a sventare altri attacchi che si sarebbero potuti verificare nelle ore successive, gli abbiamo dato una parte delle informazioni ma non tutte quelle in nostro possesso. Con loro abbiamo anche rivisto la strategia di difesa del perimetro dell'aeroporto».

«Sapevamo che prima o poi sarebbe successo», ha continuato McKenzie confermando ancora una volta una eco diffusa nelle forze armate e che aveva portato Joe Biden a ribadire davanti al G7 l'intenzione di terminare le operazioni di sgombero entro il 31 agosto.

È stato confermato, inoltre, che 12 marines hanno perso la vita e almeno 15 sono rimasti feriti dallo scoppio. La stragrande maggioranza delle vittime è però di civili, fra i quali anche diversi bambini, con almeno 60 morti e circa 150 feriti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
3 ore
Quando il drone uccella il carcere
Sono sempre più frequenti i tentativi di bucare dall'alto la sorveglianza nei penitenziari
MONDO
3 ore
Cosa mancherà nei prossimi mesi e dove
Non tutti i problemi di approvvigionamento sono collegati alla pandemia. Ad incidere è anche il clima.
Cina
9 ore
Gli sconosciuti che danno le caramelle ai bimbi uiguri per spiarli
Un nuovo rapporto rivela le strategie di Pechino «per eliminare il dissenso»
REGNO UNITO
14 ore
C'è un'altra variante "Delta Plus" sotto la lente
La sua prevalenza è in crescita nel Regno Unito ma per ora non desta preoccupazione. Più contagiosa? «Forse del 10-15%».
Germania
16 ore
«Chi va a letto con il capo ottiene un lavoro migliore»
Un'inchiesta del New York Times scoperchia il quotidiano tedesco Bild: «una cultura di sesso, giornalismo e denaro»
AUSTRALIA
20 ore
Bambina di quattro anni scompare durante un campeggio
I genitori hanno lanciato l'allarme al risveglio, quando non l'hanno trovata nella tenda
STATI UNITI
20 ore
La morte di Powell fa il pieno ai "no vax"
L'ex Segretario di Stato americano è morto per complicazioni da Covid-19. Una prova che il vaccino non funziona? No.
STATI UNITI
22 ore
Quelle email inappropriate che Bill Gates mandava a una dipendente
Lo scambio datato 2008 getta nuova luce sulle sue dimissioni, avvenute forse sotto pressione di Microsoft stessa
COREA DEL NORD
1 gior
La Corea del Nord ha lanciato un missile in direzione del Giappone
L'arma balistica è stata sparata questa mattina all'alba e si è inabissata nel Mar Orientale senza fare danni
MONDO
1 gior
Troppa disinformazione «per fare scelte consapevoli riguardo alla propria salute»
Amnesty International attacca i Governi e le aziende di social media: «Fermate l'attacco alla libertà d'espressione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile