Più di un quarto dell’isola di Evia è stata arsa dal fuoco
Apostolis Panagiotou/Twitter
GRECIA
10.08.21 - 09:320
Aggiornamento : 09:47

Più di un quarto dell’isola di Evia è stata arsa dal fuoco

Il tronco dell'ulivo era così ampio che ci volevano dieci persone per abbracciarne la circonferenza

Sull'isola si continua a lottare contro gli incendi mentre divampano le polemiche. «Centinaia di persone hanno perso la loro abitazione e il loro futuro».

di Redazione
da Atene, Gabrielle Bernasconi

ATENE - Per l'ottavo giorno di fila arde l’isola di Evia, seconda isola più grande della Grecia. Più di un quarto dell’isola è stata distrutta dagli incendi. Foreste centenarie e alberi millenari. Un olivo di 2’500 anni è partito in fumo, l’albero era così anziano che è descritto nell’antichità dal filosofo e geografo Strabone. Il vecchio albero era situato nell’uliveto di Rovia, il suo tronco era così ampio che ci volevano dieci persone per abbracciarne la circonferenza. L’albero era tutt'ora fertile e ricco di olive pronte per essere raccolte in autunno. Ma l'incendio ha distrutto tutto, sono rimaste solo ceneri.

L’impacco dei fuochi è immenso e devastante, centinaia di persone hanno perso la loro abitazione e il loro futuro, raccolti distrutti, greggi sterminati. Si poteva evitare o per lo meno mitigare questa tragedia? Molte testimonianze attestano della scarsità del supporto da parte degli organi competenti, manco di forze aeree e interventi inadeguati. Data l’indifferenza statale, in molti casi sono gli abitanti e i contadini stessi che, muniti di estintori e di strumenti rudimentali, vanno incontro al fuoco e cercano di domare delle fiamme che possono superare i 30 metri.  

Nel frattempo, il prosecutore della corte suprema ha ordinato un’investigazione sull’origine dei fuochi, dato che sono giunte delle testimonianze che indicherebbero una pianificazione centrale da parte di un’organizzazione criminale: “Il numero eccessivo di fuochi, l’intensità inusuale e l’estensione di questo dramma hanno provocato un danno incalcolabile alle foreste, all’agricoltura, all’economia e alle infrastrutture turistiche del paese. Questi incendi hanno messo in pericolo la vita di molte persone, la sincronizzazione di questi eventi drammatici suscitano il sospetto di una deliberata organizzazione criminale”, ha affermato il procuratore della corte Suprema Vassilios I. Pliotas. 

Apostolis Panagiotou/Twitter
Ingrandisci l'immagine
TOP NEWS Dal Mondo
Italia
9 ore
Si spengono i riflettori sul piccolo Eitan. Dopo 84 giorni è tornato a casa
La famiglia: «Ora ha bisogno di serenità e tranquillità per affrontare un percorso di recupero delicato»
Regno Unito
12 ore
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
14 ore
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
16 ore
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
18 ore
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
20 ore
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
22 ore
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
23 ore
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
1 gior
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
AUSTRIA
1 gior
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile