Immobili
Veicoli
Evia nella morsa delle fiamme: «Non c'erano pompieri, non c'erano mezzi, niente!»
keystone-sda.ch / STF (Petros Karadjias)
Una sfollata raggiunge la terraferma in traghetto da Pfeki
GRECIA
09.08.21 - 18:200
Aggiornamento : 20:11

Evia nella morsa delle fiamme: «Non c'erano pompieri, non c'erano mezzi, niente!»

Sull'isola di Evia, assediata dalle fiamme, funzionari e abitanti lamentano di essere stati lasciati soli.

I pompieri schierati, provenienti anche dall'estero, sono però centinaia e non mancano i mezzi di spegnimento aerei. A volte, però, non possono semplicemente alzarsi in volo a causa del fumo.

ATENE - È stata «un'altra notte difficile» sul fronte degli incendi in Grecia e in particolare sull'isola di Evia, a 200 chilometri a est della capitale Atene.

I pompieri sono alle prese da una settimana con quello che è il peggiore della dozzina di roghi che devastano il Paese. I villaggi nella parte nord dell'isola sono ancora nella morsa del fuoco, mentre nelle scorse ore i 500 militi schierati (circa 200 provenienti da Romania e Ucraina) hanno cercato d'impedire al fronte dell'incendio di raggiungere la cittadina di Istiaia.

Con l'arrivo del giorno sono ripresi i voli dei 17 aerei ed elicotteri antincendio. Le operazioni sono ostacolate dal fumo denso che limita la visibilità e dal forte vento.

Funzionari locali e residenti, però, lamentano una penuria di militi e mezzi. «Siamo stati piantati completamente in asso. Non c'erano pompieri, non c'erano mezzi, niente!», denuncia parlando con l'agenzia stampa Dpa David Angelou, che soggiornava nel villaggio di Pefki e domenica è stato portato sulla terraferma con un traghetto. «Si poteva sentire il caldo pazzesco, c'era anche molto fumo - continua -. Si poteva vedere il sole, una palla rossa con niente intorno».

Molti abitanti dell'isola hanno fatto il possibile per dare il loro contributo per contenere le fiamme. Nella notte hanno tentato di proteggere diversi villaggi lavorando fianco a fianco di pompieri e volontari. Così, come riporta I Kathimerini, benché alcune case ai margini di località come Artemisio, Gouves e Pefki siano state inghiottite dalle fiamme, i nuclei sono stati risparmiati.

Domenica, il capo della Protezione civile greca, Nikos Chardalias, ha motivato l'assenza di mezzi aerei di spegnimento in cielo lamentata dai residenti di alcune località con le condizioni atmosferiche. Il fumo estremamente intenso che interessava alcune zone ha reso impossibile persino il volo.    

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO E VIDEO
BELGIO
11 min
Quando sul passaporto compaiono (tra gli altri) TinTin e i Puffi
Il Belgio rende omaggio ai suoi fumetti iconici sui nuovi documenti che saranno in circolazione dal sette febbraio.
ITALIA
37 min
L'Italia verso la riconferma di Mattarella
Nessun nome nuovo: la maggioranza dei partiti sarebbe pronta a un'intesa.
AUSTRIA
3 ore
Vienna è la città più sana del mondo (Ginevra è decima)
È il risultato dell'Healthy Lifestyle Cities Report 2022, che stila la classifica dei luoghi in cui si vive meglio
STATI UNITI
4 ore
In arrivo una tempesta di neve sulla costa orientale degli Stati Uniti
Soltanto a New York sono previsti fra i 20 e i 30 centimetri di neve. In allerta 75 milioni di persone
PARAGUAY
6 ore
In "paradiso" per sfuggire al 5G, partiti anche alcuni Svizzeri
Un insediamento di negazionisti del Covid preoccupa le autorità sanitarie del Paraguay, alle prese con una forte ondata
ITALIA
16 ore
Quirinale: ancora una fumata nera nella quinta giornata di votazione
Sergio Mattarella ha ricevuto 336 voti. Domani molto probabilmente sarà la giornata decisiva
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
ITALIA
1 gior
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
1 gior
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
1 gior
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile