Immobili
Veicoli
keystone
ITALIA
21.07.21 - 20:570

Mottarone, prende avvio l'incidente probatorio

I partecipanti? Una settantina in tutto, tra vittime e loro famigliari, compresi quelli del piccolo Eitan

Domani si inizierà dunque a fissare le prime prove che avranno valore durante il processo.

MILANO  - Si apre una nuova fase nelle indagini sull'incidente del Mottarone. A due mesi esatti dalla tragedia in cui sono morte quattordici persone, prende avvio domani l'incidente probatorio sulla funivia.

Una settantina i partecipanti - Al centro congressi della Provincia di Verbania con i difensori degli indagati, quattordici in tutto, tra cui la società Ferrovie del Mottarone e la Leitner, la multinazionale che si occupava della manutenzione dell'impianto, ci saranno anche gli avvocati delle parti offese. Una settantina in tutto, tra vittime e loro famigliari, compresi quelli di Eitan, il bambino di 5 anni unico sopravvissuto al crollo.

I fatti - L'incidente lo scorso 23 maggio, la prima domenica 'libera' dopo le restrizioni per la pandemia. Mezzogiorno era passato da pochi minuti quando è precipitata una delle quattro cabine dell'impianto che dal lago Maggiore sale ai 1'500 metri della vetta della montagna, la N.3. A bordo quindici persone: per tredici di loro non c'è stato nulla da fare, mentre due dei tre bambini sono stati trasportati con l'elisoccorso all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Solo Eitan, che su quella montagna ha perso il fratellino, i genitori e i bisnonni, ce l'ha fatta, ed ora si sta riprendendo grazie alle attenzioni e all'amore di zii e cugini.

In attesa del processo - Domani si inizierà dunque a fissare le prime prove che avranno valore durante il processo. E saranno nominati i consulenti che, per conto dei 14 indagati e della parti offese, lavoreranno con gli esperti nominati dalla procura e dal giudice per le indagini preliminari per far luce sulle cause dell'incidente, sia analizzando l'impianto di risalita, sia la scatola nera e le altre apparecchiature informatiche che potrebbero dare risposte sulle diverse responsabilità.

«Non riesco a dormire» - «Finalmente cominciamo a fare accertamenti sulla fune. È una questione che non mi fa dormire», ha detto Gabriele Tadini, il capo servizio della funivia, al suo legale, Marcello Perillo, che ha chiesto e ottenuto l'incidente probatorio di domani. Arrestato dai carabinieri nella notte tra il 25 e il 26 maggio su disposizione del procuratore Olimpia Bossi e del pubblico ministero (pm) Laura Carrera, è finito ai domiciliari. Fermati anche Luigi Nerini, titolare delle Ferrovie del Mottarone, ed Enrico Perocchio, dipendente Leitner e direttore di esercizio, Tadini è l'unico ad essere ai domiciliari dopo la decisione del giudice delle indagini preliminari (gip) Donatella Banci Buonamici, di scarcerare gli altri due.

Nel corso degli interrogatori, Tadini ha ammesso di aver inserito il ceppo blocca freno, per ovviare ad alcuni problemi tecnici al freno d'emergenza che rischiava di fermare la funivia. «Ma quel cavo non si doveva spezzare, è inconcepibile. Non riesco a darmi pace», ha detto al suo difensore parlando del cavo trainante che si è spezzato quando la cabina stava arrivando in stazione, facendola precipitare all'indietro a folle velocità, fino a schiantarsi contro un pilone e a precipitare. Un incidente che non verrà ripetuto, come chiedeva l'avvocato Perocchio: il gip di Verbania, Elena Ceriotti, ha detto di no alla simulazione. Anche perché per poterla fare si dovrebbe essere a conoscenza di tutti i dettagli, quelli che l'incidente probatorio cercherà di chiarire da domani.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
11 ore
Omicron si è presa l'Europa
La variante, secondo l'ultimo rapporto dell'Ecdc, ha una prevalenza aggregata del 78% nel continente.
ITALIA
14 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
16 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Anche l'Irlanda smantella (quasi tutte) le restrizioni
Il primo ministro Micheal Martin ha annunciato questa sera al Paese un quasi ritorno alla normalità
STATI UNITI
20 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
22 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
23 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
1 gior
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile