Keystone
STATI UNITI
22.06.21 - 12:120
Aggiornamento : 19:07

Le cure “miracolose” di Trump al coronavirus, un anno dopo

Una pericolosa e l'altra (pare) inefficace, perché ancora si parla di candeggina e idrossiclorochina contro il Covid

NEW YORK - Inizialmente tremendamente scettico sul coronavirus - celebre la sua dichiarazione, reiterata diverse volte: «Sta sparendo, è già quasi sparito» - poi estremamente critico, se non ostracista, alle richieste e alle posizioni delle autorità sanitarie americane. Infine, dopo averlo preso pure lui e dopo essere stato curato con un cocktail di farmaci sperimentale e all'avanguardia, pure lui vaccinato e sostenitore dello sforzo vaccinale.

L'approccio di Trump alla questione Covid, è impossibile negarlo, è stata decisamente anticonvenzionale e spesso sopra le righe. Fra le posizioni prese, e quelle non prese, quelle che rimangono impresse ancora oggi - un anno dopo - sono le presunte cure, molto controverse proposte dall'ex-presidente e che i media, ora che le acque si sono un po' calmate, stanno iniziando a sondare.

La prima è l'idrossiclorochina - che Trump aveva spinto molto, portando il DFA ad approvarla come possibile cura in casi d'emergenza, per poi però tornare sui suoi passi. Secondo molti scettici e supporter dell'ex-presidente si tratterebbe ancora oggi un metodo valido che conferma come il magnate sul Covid ci avesse visto lungo, compresa la tesi del "virus cinese" uscito da un laboratorio.

Di idrossiclorochina, infatti, di recente si parla molto su Fox News - rete televisiva americana decisamente conservatrice - dove diversi opinionisti hanno citato uno studio recente che promuoverebbe il farmaco antimalarico come possibile cura per i sintomi del Covid. Si tratterebbe di uno dei pochi a confermarne l'efficacia, sono diversi gli istituti che in mancanza di studi affidabili ne sconsigliano l'utilizzo (e fra questi c'è anche Swissmedic) per il rischio di aritmie cardiache potenzialmente letali.

Per questo motivo il Washington Post ha voluto sfogliare questo studio, svolto nel New Jersey, su un campione di 255 pazienti di un centro medico.  La ricerca ha evidenziato un tasso di sopravvivenza al Covid di 2.9 volte superiore.

Come scrive il quotidiano c'è però un problema sostanziale: la percentuale è espressa in relazione non a dei pazienti di un gruppo placebo che non ha ricevuto l'idrossiclorochina ma a chi ne ha ricevuta di meno. E, essendo le dosi somministrate periodicamente, è probabile che chi ne ha ricevuto meno sia morto nel frattempo ed era quindi malato più gravemente. 

La seconda è la candeggina - questa era stata presentata dallo stesso Trump durante una conferenza stampa, in cui il presidente aveva parlato di usare «un disinfettante per curare la malattia», sostenendo anche la possibilità di iniezioni dello stesso.

Non è chiaro nemmeno se ne auspicasse l'ingestione, diluita, come suggerito da diverse fonti vicine all'amministrazione, oppure la disinfezione delle mani (comunque pericolosa).

Secondo Mark Grenon, capo di un culto che predicava l'uso della candeggina come il coronavirus e che attualmente si trova in carcere con i suoi figli proprio per questo motivo, Trump avrebbe ricevuto proprio da lui una bottiglia della soluzione miracolosa MMS (acqua e clorito di sodio) e l'avrebbe «finita tutta».

Attualmente detenuto in Colombia, e in attesa di estradizione negli States, Grenon ha più volte dichiarato di essere entrato in contatto con il presidente attraverso alcune persone a lui vicine, scrive il Guardian. 

Sulla pericolosità di assumere clorito di sodio l'opinione della scienza è pressoché unanime, così come la condanna di chi - come Grenon - diffonde, facendo leva sulla paura della gente, cure pseudoscientifiche con esito potenzialmente devastante.

Come Trump possa essere stato convinto, resta ancora una cosa da capire.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
33 min
Alec Baldwin è «scioccato» dalla tragedia sul set
Nuovi particolari sull'incidente in cui ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins
SUD AFRICA
10 ore
Poliziotta fa strage di parenti per intascare i soldi dell'assicurazione
A processo l'agente che tra il 2012 e il 2017 ha ingaggiato dei sicari per uccidere sei suoi parenti.
STATI UNITI
13 ore
Quanti drammi sui set di Hollywood
La morte di Halyna Hutchins è solo l'ultima tragedia consumatasi durante le riprese di un film a stelle e strisce.
POLONIA
16 ore
Alla ricerca dell'aborto illegale o all'estero
Le associazioni hanno segnalato che in Polonia da gennaio più di 30'000 donne hanno chiesto aiuto
STATI UNITI
20 ore
Baldwin interrogato, il regista «era in condizioni critiche»
L'attore si è presentato alle autorità per rispondere agli inquirenti. Nell'incidente sul set è morta una persona
AUSTRALIA
22 ore
È finito il lockdown più lungo del mondo
Gli abitanti dello Stato di Victoria da oggi possono lasciare la propria abitazione. Levato anche il coprifuoco
STATI UNITI
1 gior
I resti umani sono quelli di Brian Laundrie
Il corpo trovato ieri in una riserva naturale della Florida è quello dell'ex-fidanzato, e assassino, di Gabby Petito
STATI UNITI
1 gior
Un morto e un ferito sul set, a sparare è stato Alec Baldwin
Il dramma sarebbe legato a una pistola usata sul set che avrebbe dovuto essere caricata a salve
Corea del Sud
1 gior
Per i sudcoreani Squid Game è tutti i giorni
La serie Netflix non si discosta poi tanto dalla realtà: i sudcoreani hanno un debito pro-capite pari a 44'000 dollari
UNIONE EUROPEA
1 gior
Senza vaccino e Green pass il Covid dilaga
L'incubo della pandemia è tornato soprattutto nelle nazioni a bassa percentuale di vaccinati e con poche restrizioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile