Depositphotos (zurijeta)
Gli hamburger gratis e gli arresti: scandalo in Pakistan.
PAKISTAN
17.06.21 - 07:370

Niente hamburger gratis alla polizia: arrestati 19 dipendenti di un fast food

La denuncia social e il clamore causato dall'episodio hanno portato alla sospensione degli agenti e a un licenziamento

LAHORE - «Non è stata la prima volta che qualcosa del genere capita al nostro staff di cucina, ma vogliamo essere sicuri che sia l'ultima». Si apre con queste parole il post su Facebook di un ristorante fast food di Lahore, nell'est del Pakistan, i cui dipendenti sarebbero stati arrestati dopo aver rifiutato di offrire cibo gratis a dei poliziotti.

Il fatto, avvenuto nel fine settimana, sta creando grande clamore e l'eco ha varcato i confini nazionali. «19 dei nostri dipendenti innocenti sono stati trattenuti per una notte intera, senza alcuna accusa» denunciano i responsabili di Johnny & Jugnu nel post che è stato scritto «con molta delusione, rabbia e dolore».

«Le nostre squadre sono state trascinate alla stazione di polizia perché si sono rifiutate di dare hamburger gratis a qualcuno "molto speciale"». In precedenza i manager del ristorante sarebbero stati minacciati e il giorno seguente sarebbe avvenuto un vero e proprio arresto di massa, «senza argomentazioni solide». La denuncia diventa un vero e proprio appello: «Non siamo gente che si ferma, che si arrende. E combatteremo. Lotteremo contro i sistemi ingiusti. Combatteremo contro i tiranni, contro lo status quo, contro le persone che abusano del loro potere e influenzano gli innocenti. E vi chiediamo di stare con noi, di sostenerci. Per alzare la voce e aiutarci ad affrontare questa battaglia».

Un portavoce della polizia di Lahore ha riferito che un ufficiale della stazione di polizia chiamata in causa è stato licenziato e che un'inchiesta è in corso. Tutti gli agenti che sono intervenuti nel fast food sarebbero stati sospesi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
47 min
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
4 ore
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
6 ore
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
9 ore
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
11 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
13 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
15 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
23 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
1 gior
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
1 gior
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile