Depositphotos (AndrewLozovyi)
Le prostitute hanno il diritto di formare un sindacato.
SPAGNA
02.06.21 - 18:290

Le prostitute hanno il diritto di formare un sindacato

La Corte suprema ha accolto un ricorso della Organizzazione delle Lavoratrici Sessuali

MADRID - La Corte suprema spagnola ha riconosciuto il diritto delle prostitute a creare un sindacato, sempre che si tratti di persone che lavorano autonomamente e non per conto di qualcun altro. Lo si apprende da una nota diffusa dall'organismo responsabile del potere giudiziario in Spagna.

La decisione presa dall'alto tribunale è quella di accogliere il ricorso presentato dal sindacato Organizzazione delle Lavoratrici Sessuali (Otras) rispetto a una sentenza, emanata precedentemente da un'altra corte, che non riconosceva il suo statuto. In quel caso, i giudici considerarono che lo statuto prendeva in considerazione anche prostitute che lavorano per conto di terzi.

Prima di quella decisione giudiziaria, il Ministero del Lavoro aveva inizialmente riconosciuto la legittimità di Otras, un fatto che provocò una crisi interna al governo socialista di allora e colse di sorpresa la ministra Magdalena Valerio, che si disse contraria a questo riconoscimento.

La sentenza odierna, invece, afferma che lo statuto di Otras «è conforme al diritto» e che le persone che svolgono lavori sessuali in autonomia «hanno diritto alla libertà sindacale». Il comunicato stampa aggiunge che Otras ha riconosciuto che il lavoro sessuale per conto di terzi non può essere contemplato tra le attività tutelate dallo statuto.

La Corte suprema afferma inoltre che la determinazione della legalità o illegalità della prostituzione dipende dal potere legislativo e non dallo statuto di un sindacato. Come segnalano i media iberici, in Spagna non c'è una legge che stabilisca chiaramente se la prostituzione è legale o meno. L'attuale premier, Pedro Sánchez, promise nel 2018 che se ne sarebbe approvata una contro lo sfruttamento sessuale, ma quel momento non è ancora arrivato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
SPAGNA
4 ore
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
ITALIA
7 ore
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
9 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
10 ore
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
12 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
MONDO
15 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
16 ore
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
REGNO UNITO
18 ore
«È l'ultima chance per l'umanità»
I Paesi devono assumersi la responsabilità «per la distruzione che affliggono, non solo al pianeta ma anche a sé stessi»
MONDO
21 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
1 gior
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile