AFP
Fourniret, nel 2008.
FRANCIA
10.05.21 - 17:370

Addio al serial killer Michel Fourniret: è la fine del «Mostro delle Ardenne»

Con la complicità della moglie, violentò e uccise almeno 9 ragazze, alcune delle quali erano ancora minorenni

PARIGI - Michel Fourniret, pedofilo e serial killer francese che è stato soprannominato il "Mostro delle Ardenne" è morto oggi all'età di 79 anni.

Lo ha riferito il procuratore di Parigi, Rémy Heitz: «Michel Fourniret è morto lunedì alle 3 del pomeriggio all'ospedale di Pitié-Salpétrière (UHSI) a Parigi». 

Fourniret, lo ricordiamo, è stato condannato a 2 ergastoli per aver stuprato e ucciso almeno 9 giovani donne, di cui 5 minorenni. Il Mostro delle Ardenne fu arrestato nel 2003, dopo aver cercato di rapire una ragazza belga, a causa della denuncia partita dalla moglie, Monique Olivier (72 anni), anche lei condannata al carcere a vita poiché complice del marito: lo aiutava a scegliere ed attirare le vittime, nascondendone poi i corpi.

Il serial killer, che era già stato ricoverato alla fine di aprile per problemi respiratori, ha avuto una lunga storia di problemi cardiaci, oltre che mentali.

Una lunga serie di delitti atroci
Condannato per aver confessato gli omicidi di otto giovani donne tra il 1987 e il 2001, nel marzo 2020 Fourniret ha infine ammesso la sua responsabilità anche nel caso della scomparsa di Estelle Mouzin, di 9 anni, sparita dalla località di Guermantes nel 2003.

Tuttavia, come riporta France Info, potrebbero esserci altre vittime: il suo nome è stato infatti collegato anche ad altri casi di sparizioni irrisolte. A metà dicembre, la Corte d'appello di Digione ha chiesto «nuove indagini» sul caso di Virginie Bluzet, trovata legata nel 1997 nel fiume Saône, su richiesta della famiglia.

Le giovani venivano tutte approcciate e allontanate con l'inganno, per poi venir rapite da Fourniret e dalla moglie. In seguito, dopo averle rapite, violentate e uccise, ne nascondeva i corpi anche a chilometri di distanza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
53 min
Un'oasi verde sul fiume Hudson: ecco Little Island
La nuova attrazione "fluttuante" è costata 260 milioni di dollari e ospita decine di specie di piante
PORTOGALLO
9 ore
A Lisbona il 60% dei casi di Covid è di variante Delta
L'impennata dei contagi è legata all'apertura ai turisti (britannici) ma il vaccino sembra stia limitando i danni
STATI UNITI
12 ore
Al di là dei successi all'estero, la vera sfida di Biden si gioca tutta in casa
E Putin fa molta meno paura dei repubblicani al Senato, dove rischia di insabbiarsi. E c'è scontento anche fra i dem
BELGIO
15 ore
Ritrovato senza vita dopo un mese il soldato "negazionista"
Il 46enne, classificato come potenziale terrorista, si era dato alla macchia dopo aver rubato armi da una base militare
FOTO
BRASILE
18 ore
«Cinquecentomila morti. Ed è colpa sua»
Il presidente Bolsonaro nel mirino delle proteste per aver banalizzato la pandemia di Covid-19.
FOTO
GIAPPONE
19 ore
Il primo Covid positivo alle Olimpiadi di Tokyo
Si tratta di un coach della delegazione dell'Uganda che è stato messo in isolamento con 8 atleti
ITALIA
22 ore
Una corsa contro il tempo per salvare la memoria del ghiaccio
Ice Memory si ripropone di conservare in Antartide preziose "carote patrimonio", un "libro" sulla storia del clima.
ITALIA
1 gior
Perché l'Italia riapre alla doppia dose di AstraZeneca per gli under 60
Il cambio di rotta di ieri del Comitato tecnico scientifico si può spiegare con (almeno) tre motivazioni
IRAN
1 gior
Chi è il nuovo presidente, che sposta l'Iran ancora più a destra
Ex-ministro della Giustizia dal pugno di ferro e conservatore Ebrahim Raisi è stato "scelto" direttamente da Khamenei
RUSSIA
1 gior
Quasi 18mila contagi: il numero più alto dal 31 gennaio
Anche il dato giornaliero dei decessi è il più elevato da oltre tre mesi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile