ARCHIVIO KEYSTONE
Emergono nuovi inquietanti dettagli dall'inchiesta sul crollo del Ponte Morandi a Genova.
ITALIA
16.04.21 - 11:090

Chi doveva controllare il Ponte Morandi non lo aveva mai visto

È quanto emerso dalle intercettazioni dell'indagine sul crollo del viadotto a Genova

GENOVA - L'uomo che aveva il compito di classificare il rischio del ponte Morandi a Genova non lo aveva mai visto dal vivo. E oltre a non avere ispezionato di persona l'infrastruttura - che dal 2013 nei documenti di Autostrade per l'Italia S.p.A. (Aspi) era indicata a rischio crollo per ritardate manutenzioni - quel funzionario a Genova non era mai stato. Lo riportano alcuni quotidiani ed è quanto emerge dalle intercettazioni.

Lo sfogo al telefono

«Io non ci ero mai andato a Genova a vedere questo ponte, mi han detto: 'Fai l'analisi dei rischi catastrofali'. E io: ok». È il 28 marzo del 2019 e R., membro operativo del comparto gestione dei rischi di Aspi, ne parla al telefono con il padre.

È sotto pressione, ha appena ricevuto la visita della Guardia di Finanza, che vuole capire con che criteri sia stato redatto il Catalogo dei rischi aziendali di Atlantia, la società attiva nel settore delle infrastrutture autostradali, aeroportuali e dei servizi legati alla mobilità. La spiegazione R. la dà in diretta al genitore, nel corso di un lungo sfogo: «Mi sono posto il problema e sono andato da quello che si occupa dei ponti. Gli ho chiesto: dov'è che potrebbe avvenire una catastrofe? Lui mi ha aperto il computer e mi ha fatto vedere: 'Ecco, qui'. Finito. È così che è nata». «Ecco, qui» è riferito al Morandi.

Il catalogo dei rischi è ritenuto dalla procura di Genova un documento cruciale perché il rischio, invece di aumentare nel tempo, diminuisce, senza che venga effettuato alcun intervento. Nel 2015 dalla dicitura scompare la causa, il riferimento alle "ritardate manutenzioni". Poi nel 2016 salta via anche il «rischio crollo», sostituito con una più rassicurante «perdita di funzionalità statica del viadotto Polcevera».

Rischio crollo «basso», grazie a sensori che non c'erano

C'è un ultimo dettaglio, che chiude il cerchio. Il rischio crollo ogni anno, era stato valutato «basso». In teoria la risposta veniva dai dati forniti da sensori montati sul Morandi. Apparecchi che, come hanno scoperto poi i finanzieri, non esistevano. Erano stati tranciati durante un cantiere da operai di Pavimental, società controllata da Aspi. E nessuno, da quel momento in poi, li aveva più riattivati.

«Io ero convinto che ci fossero - giura R. al padre -. Il sensore è come se tu la notte tremi e hai la mano appoggiata a me, io lo sento che tremi. Invece il maresciallo mi ha detto che non c'erano sensori. E mi ha chiesto se questo oggi cambierebbe la mia valutazione. E certo che la cambierebbe!».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Croazia
1 ora
Tre bambini morti strangolati, il principale sospettato è il padre
Quello che doveva essere un tranquillo weekend con i figli, è diventato un fatto di sangue
CANADA/CINA
5 ore
Lady Huawei è tornata a casa
La direttrice finanziaria del colosso cinese era stata arrestata nel 2018 in Canada. È stata estradata
NUOVA ZELANDA
17 ore
Vai al fast food e ricevi il vaccino
È quanto sta pensando di attuare il governo della Nuova Zelanda, in trattative con KFC
NORVEGIA
20 ore
L'abbraccio liberatorio: «Torniamo alla vita normale»
Niente più distanziamento sociale, basta limiti agli eventi. Una decisione possibile «grazie alla campagna vaccinale»
GERMANIA
22 ore
«Nessuno sta facendo abbastanza per la crisi climatica»
La giovane attivista si è rivolta ai manifestanti dal palco, esortandoli ad andare a votare
AFGHANISTAN
1 gior
Parla uno dei leader talebani: «Tornano esecuzioni ed amputazioni»
Il Ministro responsabile delle carceri ha giustificato le due misure: «Necessarie per la sicurezza»
STATI UNITI
1 gior
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
1 gior
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
1 gior
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
1 gior
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile