keystone-sda.ch / STR (JEFF KOWALSKY)
Il football avrebbe «incasinato» Phillip Adams, secondo suo padre.
STATI UNITI
08.04.21 - 22:400

Il football avrebbe «incasinato» Adams

Lo dice il padre del killer di Rock Hill, il cui corpo è stato trovato all'interno dell'abitazione dei genitori

ROCK HILL - Alcuni dettagli della strage avvenuta a Rock Hill, in South Carolina, sono stati rivelati ai media nel corso della conferenza stampa tenuta da Kevin Tolson, lo sceriffo della contea di York.

Due chiamate al 911

Sono state due le chiamate giunte mercoledì al numero di emergenza 911, la seconda delle quali giunta da un vicino di casa della famiglia Lesslie. L'uomo, che si trovava in giardino a tagliare l'erba, nella telefonata dichiara di aver sentito una ventina di colpi d'arma da fuoco e di aver visto «un afroamericano vestito di nero» che lasciava la casa al termine della sparatoria. La prima pattuglia è giunta sul posto otto minuti dopo le chiamate.

Confermata l'identità del killer

L'identità della persona che ha aperto il fuoco è stata confermata: si tratta di Phillip Adams, ex giocatore professionista di football americano di 32 anni. L'uomo si è tolto la vita, sparandosi un colpo di pistola alla testa a poca distanza dal luogo del massacro, all'interno dell'abitazione dei suoi genitori. I quali sono stati fatti uscire dopo che la polizia aveva circondato l'edificio.

Il football lo aveva «incasinato»

Alonzo Adams, il padre di Phillip, ha confermato la morte del figlio e indica che proprio il football potrebbe essere uno dei fattori scatenanti di un crimine che, per il momento, rimane senza un movente chiaro. Secondo Adams la militanza nella NFL (la massima lega professionistica americana) avrebbe «incasinato» il figlio. Non sono state invece confermate le voci secondo cui Adams sarebbe stato in passato paziente del dottor Lesslie.

Al bilancio delle vittime, confermato dallo sceriffo Tolson, è il seguente: il dottor Robert Lesslie, 70 anni; sua moglie Barbara, 69 anni; i loro nipotini Adah (9) e Noah (5); James Lewis, 39 anni, operaio impegnato in lavori di manutenzione. Una sesta persona è rimasta ferita: secondo i media locali sarebbe un secondo addetto alla manutenzione. Ora si trova in un ospedale di Charlotte, il suo stato di salute non è chiaro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
1 ora
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
3 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
4 ore
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
5 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
MONDO
8 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
10 ore
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
REGNO UNITO
11 ore
«È l'ultima chance per l'umanità»
I Paesi devono assumersi la responsabilità «per la distruzione che affliggono, non solo al pianeta ma anche a sé stessi»
MONDO
14 ore
Aria inquinata? Più pericolosa del previsto
L'Organizzazione mondiale della sanità ha ridotto i livelli massimi di sicurezza di varie sostanze
BRASILE
22 ore
Un suo ministro è positivo: Bolsonaro in isolamento
All'Onu stanno cercando di tracciare i contatti di Marcelo Queiroga. Ci sarebbe anche Boris Johnson
STATI UNITI
1 gior
Perché il caso di Gabby Petito ha lasciato tutta l'America con il fiato sospeso
Fra teorie e ipotesi su TikTok e Instagram, la storia della 22enne scomparsa ha catalizzato la curiosità di una nazione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile