Immobili
Veicoli
Da ieri il Canale di Suez è bloccato da una nave che si è incagliata
REUTERS
La Ever Given sta bloccando il Canale di Suez.
EGITTO
24.03.21 - 09:050
Aggiornamento : 10:55

Da ieri il Canale di Suez è bloccato da una nave che si è incagliata

L'inconveniente potrebbe avere gravi ripercussioni sull'economia planetaria, nei prossimi giorni

IL CAIRO - Da ieri mattina il Canale di Suez è bloccato dopo che una grande nave portacontainer, la Ever Given, si è incagliata di traverso a causa di una improvvisa raffica di vento, come dichiarato dalla compagnia di navigazione taiwanese Evergreen Marine Corp che la possiede.

La Ever Given è lunga 400 metri e larga 59 e i tentativi di spostarla si sono rivelati finora infruttuosi. A bordo ci sono centinaia di container provenienti dalla Cina e diretti nel porto nederlandese di Rotterdam. Vari rimorchiatori hanno tentato inutilmente di riportare la portacontainer nella sua rotta, dopodiché sono entrati in azione degli escavatori. Si spera ora nell'aiuto dell'alta marea, altrimenti potrebbe essere necessaria la rimozione del carico. Ma ci vorrebbero giorni.

L'incidente sta già avendo ripercussioni importanti sul traffico mercantile mondiale: sono centinaia le imbarcazioni rimaste bloccate all'imbocco del canale o alle porte di esso, sia a nord che a sud. Tra di esse ci sarebbero diverse petroliere. Dal Canale di Suez transita quasi il 7% del traffico merci mondiale e l'inconveniente potrebbe avere gravi ripercussioni sull'economia planetaria, nei prossimi giorni. L'agenzia Bloomberg prevede che il blocco prolungato del Canale possa causare «un'ondata d'interruzioni nella catena di forniture energetiche globale».

Secondo uno storico della navigazione marittima, interpellato dalla BBC, la Ever Given è la più grande nave che si sia mai incagliata nel Canale di Suez nei 150 anni di attività.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 

Un post condiviso da Julianne Cona (@fallenhearts17)

REUTERS
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
9 ore
«Sto per sparare in una scuola elementare»
I messaggi su Facebook del 18enne di Uvalde. Nella strage sono morti 19 bambini e due insegnanti
STATI UNITI
14 ore
Strage in Texas, una bambina tentò di chiamare la polizia
Cominciano ad emergere i primi nomi e le prime storie delle vittime della sparatoria di Uvalde
REGNO UNITO
16 ore
«Partygate, molti comportamenti lasciano sgomenti»
Johnson si è assunto la «piena responsabilità», ma si è detto anche «sorpreso e deluso»
RUSSIA / SVIZZERA
19 ore
«Temo per la mia vita»
Boris Bondarev aveva rassegnato le sue dimissioni in segno di protesta contro l'aggressione all'Ucraina voluta da Putin.
SEGUI IL LIVE
UCRAINA
LIVE
Kuleba al WEF: «La Nato non fa letteralmente nulla»
«Bisogna uccidere la politica dell'export della Russia» ha aggiunto il ministro degli Esteri ucraino.
STATI UNITI
23 ore
Sparatoria alle elementari: almeno 19 i bambini morti
Si contano inoltre anche due vittime adulte. Il killer, il 18enne Salvador Ramos, era un ex allievo.
RUSSIA
23 ore
La sorte di chi ha deluso Putin
Spariti, silurati, arrestati: sono diversi i comandanti e politici al fianco dello "zar" che non si sono più visti
UNIONE EUROPEA
1 gior
Sempre più pesticidi pericolosi nella frutta europea
La denuncia arriva da un rapporto del Pesticide Action Network che ha analizzato quasi 100'000 campioni
STATI UNITI
1 gior
Sparatoria alle elementari: morti 14 bambini
School shooting in Texas. La strage è tra le più gravi nella storia recente degli Stati Uniti
SVIZZERA/MONDO
1 gior
«Parlare con Putin? Non vale la pena discutere con un malato»
Il sindaco di Kiev era ospite in remoto del Wef: «Ogni euro dato alla Russia è sporco di sangue ucraino»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile