Reuters
+6
BIRMANIA
28.02.21 - 15:050
Aggiornamento : 16:15

«Il Myanmar è come un campo di battaglia», almeno diciotto i morti

L'ONU ha condannato la repressione, invitando i militari a non intervenire contro i manifestanti pacifici

Uno sciopero, nel frattempo, continua a paralizzare il paese

YANGON - Gli ufficiali di polizia del Myanmar avrebbero aperto nuovamente il fuoco contro i manifestanti, uccidendo almeno diciotto persone e ferendone un numero al momento indefinito.

Lo ha riferito l'Onu, citato dal portale britannico Bbc.

Nell'ennesimo giorno di manifestazioni e cortei contro l'esercito e a favore della democrazia, la violenza ha di nuovo preso il sopravvento. Le forze di sicurezza hanno infatti aperto il fuoco in diverse parti del paese dopo che granate stordenti e gas lacrimogeni non sono riusciti a disperdere le folle.

«Il Myanmar è come un campo di battaglia», ha scritto su Twitter il primo cardinale cattolico del paese, Charles Maung Bo.

Secondo le informazioni ottenute dal Guardian, ci sarebbero stati dei morti negli scontri a Dawei, una cittadina nel sud del paese, e alcuni a Yangon. I filmati ripresi e pubblicati sui social media mostrano i manifestanti a Yangon che portano in salvo persone insanguinate, anche se non è ancora chiaro se i feriti siano stati colpiti da proiettili veri.

Le Nazioni Unite hanno condannato oggi con forza la violenta repressione. «Condanniamo fermamente l'escalation di violenza contro le proteste in Myanmar e chiediamo ai militari d'interrompere immediatamente l'uso della forza contro manifestanti pacifici» ha detto Ravina Shamdasani, portavoce del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, come riportato dall'agenzia Keystone-ATS.

Comunque, nonostante la violenza e la forte repressione, da ormai tre settimane centinaia di migliaia di persone continuano a riversarsi nelle strade. Nel frattempo, uno sciopero nazionale che ha coinvolto medici, ingegneri, ferrovieri, agricoltori, e molti altri ha portato il paese in una situazione di paralisi.

Il Myanmar è nel caos da quando, lo ricordiamo, l'esercito ha preso il potere e ha arrestato la leader eletta Aung San Suu Kyi, lo scorso 1° febbraio.

keystone-sda.ch / STR
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Wunder-Baum 1 mese fa su tio
Onu, wo bist du !
Booble63 1 mese fa su tio
@Wunder-Baum In Birmania non c’è petrolio e nemmeno molte risorse minerarie. Se ci fossero state gli americani sarebbero già lì a promuovere la democrazia😉
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
7 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
7 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
10 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
11 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
12 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
12 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
14 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
14 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
17 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
19 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile