MET/Keystone
REGNO UNITO
26.02.21 - 18:000
Aggiornamento : 27.02.21 - 15:32

A 15 anni fuggì in Sira per unirsi allo Stato Islamico, ora non può più tornare a casa

La decisione della Corte Suprema britannica condanna una giovane sposa dell'Isis a un destino da apolide

LONDRA - Era scappata dal Regno Unito appena 15enne, per raggiungere le fila dell'Isis in Siria. Ora, privata di passaporto e condannata in contumacia, non potrà più rientrare in patria per fare appello alla decisione.

Ha diviso gli animi, e non solo al di là della Manica, la storia di Shamima Begum ex ragazza-moglie dello Stato Islamico e ora privata del passaporto di Sua Maestà e bloccata in un campo di prigionia curdo in Siria.

La storia di Begum aveva fatto molto scalpore sui media britannici, la liceale aveva era partita da Londra assieme ad altre 2 compagne di classe nel 2015. Nel 2019 la nazionalità britannica le era stata revocata, in relazione alle accuse di terrorismo.

La sentenza della Corte Suprema di questo venerdì, ribalta una sentenza precedente, e pone la parola fine alla questione legale chiudendo inequivocabilmente il sipario su un possibile ritorno di Begum nella terra dove è nata e cresciuta, per far valere i suoi diritti di cittadinanza.

Il giudice ha quindi dato ascolto alla tesi dell'accusa che ritiene l'oggi 21enne ancora «un grande pericolo per la sicurezza nazionale».

Una tesi che, secondo la difesa e gli attivisti per i diritti umani, non trova riscontro nella realtà e che nega il diritto di un equo processo, e di riabbracciare le proprie famiglie, a tutti i detenuti britannici detenuti in Siria.

MET/Keystone
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA
7 ore
La Nato alla Russia: «Ritirate le truppe»
Il Cremlino, dal canto suo, ha accusato gli Stati Uniti e la NATO di trasformare l'Ucraina in una «polveriera»
FRANCIA
7 ore
La battaglia (vinta) con Facebook di un paese dal nome “sconcio”
Ovvero la cittadina francese di Bitche che si è vista bannare la sua pagina social per settimane, poi le scuse ufficiali
EGITTO
10 ore
Per la Ever Given, chiesto un risarcimento da un miliardo di dollari
E intanto la nave, che si trova ancora nel canale, è stata sequestrata. Dai proprietari giapponesi per ora è no comment
MONDO
11 ore
Trombosi con J&J: «Sono eventi estremamente rari»
Lo hanno dichiarato gli esperti dell'FDA e dei CDC in una conferenza stampa congiunta
GIAPPONE / CINA
12 ore
Fukushima, una decisione «che non riguarda solo il Giappone»
Le acque di raffreddamento saranno sversate in mare. Pechino non ci sta e auspica un passo indietro
FRANCIA
12 ore
Come procede l'inchiesta sulla sparatoria di Parigi
Continua la caccia alla persona che ha sparato. È sempre più probabile che sia stato un regolamento di conti
STATI UNITI
14 ore
Trombosi: gli USA mettono in pausa il vaccino Johnson & Johnson
La decisione arriva in seguito a sei casi di formazione di «coaguli di sangue», uno dei quali ha portato a un decesso
MONDO
14 ore
OMS: «Stop alla vendita di animali selvatici vivi»
«...Almeno fino a quando non siano regolati degli standard minimi di igiene e sorveglianza»
FOTO
REGNO UNITO
17 ore
La prima sera al pub dopo mesi: «È stato eccitante»
Locali affollati dopo lo stop di quasi 100 giorni a causa delle restrizioni Covid
FOTO
STATI UNITI
19 ore
La poliziotta voleva usare il Taser, ma ha preso la pistola
Le autorità del Minnesota hanno ricostruito la dinamica dell'intervento che è costato la vita a Daunte Wright.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile