Depositphotos (Violin)
Un detenuto è in fin di vita a causa della rottura di un ovulo di cocaina, che stava cercando di portare in carcere.
ITALIA
06.01.21 - 12:580

Rientra in carcere con 17 ovuli di cocaina, uno si apre: ora rischia di morire

Lo stupefacente sarebbe servito per un "droga party della Befana" nel penitenziario di Bellizzi Irpino

NAPOLI - È rientrato in carcere con 17 ovuli di cocaina nell'intestino, dopo un permesso, ma un ovulo si è aperto e il detenuto ora rischia la vita nella terapia intensiva di un ospedale napoletano: è successo ieri, nel carcere di Bellizzi Irpino (Avellino). A darne notizia sono Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo, segretari dell'Osapp.

«La Polizia Penitenziaria, - commentano i sindacalisti italiani - insieme con il ritrovamento dei 100 grammi di hashish ieri nel carcere di Avellino, ha sventato una sorta di 'droga party della Befana', dimostrando, ancora una volta, elevate capacità professionali, malgrado le forti criticità e difficoltà operative».

I due sindacalisti, dopo avere espresso preoccupazione nei confronti del detenuto, sottolineano che «purtroppo, nonostante i benefici previsti e concessi per legge dai magistrati di sorveglianza di turno, molti detenuti non hanno remore a perpetrare reati, anche rischiando la propria vita. E ciò deve indurci a riflessioni - dicono ancora - affinché si possano apportare le dovute modifiche legislative e deterrenti a questi incresciosi fenomeni che destabilizzano l'ordine e la sicurezza dei penitenziari».

«Invitiamo i garanti dei detenuti, - aggiungono - dal nazionale ai regionali, e ora anche ai provinciali, a esprimersi in merito». Per il segretario generale dell'Osapp Leo Beneduci, infine, «il legislatore dovrebbe, col supporto appropriato delle idonee figure istituzionali, adoperarsi con misure preventive e restrittive a contrastare i vari e pericolosi fenomeni criminosi all'interno dei penitenziari, tesi anche a tutelare la vita dei detenuti, con leggi incisive e deterrenti, utili alla salvaguardia dell'interesse collettivo, dei carcerati e, in special modo, dell'immagine del Corpo di Polizia Penitenziaria italiana».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
18 sec
C'è un'altra variante "Delta Plus" sotto la lente
La sua prevalenza è in crescita nel Regno Unito ma per ora non desta preoccupazione. Più contagiosa? «Forse del 10-15%».
Germania
1 ora
«Chi va a letto con il capo ottiene un lavoro migliore»
Un'inchiesta del New York Times scoperchia il quotidiano tedesco Bild: «una cultura di sesso, giornalismo e denaro»
AUSTRALIA
6 ore
Bambina di quattro anni scompare durante un campeggio
I genitori hanno lanciato l'allarme al risveglio, quando non l'hanno trovata nella tenda
STATI UNITI
6 ore
La morte di Powell fa il pieno ai "no vax"
L'ex Segretario di Stato americano è morto per complicazioni da Covid-19. Una prova che il vaccino non funziona? No.
STATI UNITI
8 ore
Quelle email inappropriate che Bill Gates mandava a una dipendente
Lo scambio datato 2008 getta nuova luce sulle sue dimissioni, avvenute forse sotto pressione di Microsoft stessa
COREA DEL NORD
11 ore
La Corea del Nord ha lanciato un missile in direzione del Giappone
L'arma balistica è stata sparata questa mattina all'alba e si è inabissata nel Mar Orientale senza fare danni
MONDO
12 ore
Troppa disinformazione «per fare scelte consapevoli riguardo alla propria salute»
Amnesty International attacca i Governi e le aziende di social media: «Fermate l'attacco alla libertà d'espressione»
FOCUS
12 ore
In fuga da tre anni
Tra i migranti in viaggio ci sono famiglie, bambini molto piccoli e donne incinte. Ecco le loro storie e i loro volti
BRASILE
19 ore
Bolsonaro come Hitler: la copertina crea scandalo
Un settimanale brasiliano attacca il presidente definendolo «architetto della tragedia» e «mercante di morte».
ITALIA
22 ore
Un professore alla guida di Roma
In Italia vola il centrosinistra che si è portato a casa tutti i capoluoghi di regione (a parte Trieste).
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile