Keystone
AUSTRIA
03.11.20 - 17:290
Aggiornamento : 19:52

La rivelazione: il killer di Vienna aveva una rete jihadista in Germania

Nel frattempo l'Isis ha rivendicato l'attacco.

L'autore aveva conosciuto due jihadisti tedeschi e uno belga quando era stato in Turchia per arruolarsi nell'Isis

VIENNA - L'attentatore austro-macedone responsabile dell'attacco terroristico a Vienna, Kujtim Fejzulai, era in contatto con una rete di jihadisti tedeschi: lo sostiene Spiegel online.

L'attentatore era stato in Turchia nel 2018 nel tentativo di entrare in Siria per arruolarsi nell'Isis e lì aveva conosciuto due jihadisti tedeschi e uno belga. Lo riporta una sentenza del tribunale del Land di Vienna di aprile.

Il giovane avrebbe incontrato i tre jihadisti ad Hatay tra Turchia e Siria, in un covo Isis. Poi sarebbe stato accompagnato in un hotel in Turchia e dopo poco arrestato dalla polizia. Nell'aprile del 2019 Fejzulai è stato condannato a 22 mesi di prigione per aver tentato di entrare nelle milizie dello "Stato islamico" ma poi rilasciato dalla giustizia austriaca il 5 dicembre.

L'Isis rivendica l'attacco - L'Isis ha rivendicato l'attentato a Vienna. Lo riferisce la direttrice del Site, Rita Katz. In una dichiarazione sui propri mezzi di propaganda, l'Isis ha affermato che Abu Dujana al-Albani ha effettuato l'attacco con pistole e coltelli come «soldato del califfato».

L'Isis ha rivendicato l'attacco sui propri canali Telegram. L'Amaq, considerato l'organo di propaganda dello Stato islamico, in un altro comunicato ha diffuso anche una foto dell'assalitore parlando di «un attacco con armi da fuoco condotto ieri da un combattente dello Stato islamico nella città di Vienna».

Tra le vittime una donna tedesca - Tra le vittime dell'attentato di Vienna c'è una donna tedesca. Lo riferisce il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas dal suo account twitter. «Abbiamo adesso la triste certezza che una cittadina tedesca è tra le vittime dell'attentato di Vienna», scrive il ministro tedesco su twitter.

Londra alza l'allarme terrorismo a grave - In seguito all'attentato di Vienna, il governo e gli apparati di sicurezza del Regno Unito hanno deciso di elevare di nuovo l'allerta sul rischio di attacchi terroristici nel Paese da "considerevole" a "grave": ossia dal secondo al quarto livello di pericolo in una scala di 5. Il livello 4 presuppone una minaccia di attentati "altamente probabile". Secondo la Bbc, che cita fonti d'intellingence, si tratta tuttavia al momento d'una indicazione precauzionale, non necessariamente legata a segnalazioni di allarmi specifici nel Paese.


 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
3 ore
Omicron avanza, l'Europa trema
In Olanda 85 casi su due voli, scoperti contagi anche in Italia e Germania. Tornano le quarantene cautelative
LIVE
MONDO
LIVE
Omicron: in Svizzera scatta la quarantena all'ingresso
Le persone in arrivo da Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Egitto e Malawi devono isolarsi per dieci giorni
ITALIA
8 ore
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
11 ore
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
12 ore
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
13 ore
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
15 ore
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
16 ore
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile