keystone-sda.ch (Geir Olsen)
NORVEGIA
31.08.20 - 14:370
Aggiornamento : 15:36

Rave party illegale in un bunker sotterraneo: 25 giovani in ospedale

La causa? Intossicazione da monossido di carbonio

OSLO - 25 persone in ospedale, delle quali 5 in condizioni critiche. È questo il bilancio di una festa illegale svoltasi in un bunker a Oslo, in Norvegia.

Il motivo del malessere dei festaioli è stata un'intossicazione causata dalla presenza di monossido di carbonio nell'area sotterranea, dove si è svolto il rave. Secondo le autorità, l'avvelenamento sarebbe stato causato da dei generatori portatili. Lo ha reso noto l'agenzia stampa norvegese NTB.

All'evento, che aveva un nome ben preciso: "Rave Cave", hanno partecipato circa 200 giovani tra i 20 e i 30 anni. 

La polizia ha scoperto il fatto dopo aver incrociato un gruppo di giovani in stato confusionale nelle vicinanze del bunker. Giunti sul posto, molti altri giovani sono usciti dalla "Rave Cave" in evidente difficoltà, alcuni dei quali hanno richiesto l'intervento di un'ambulanza. All'interno del locale, sette persone sono state trovate incoscienti, accasciate al suolo.

La polizia indaga ora sull'organizzazione dell'evento illegale, che era pianificato da circa tre settimane. La società proprietaria del bunker, estranea ai fatti, ha descritto il rave come una grave effrazione e ha respinto ogni responsabilità. Infatti, i cartelli di divieto che coprono l'ingresso sono stati divelti e rimossi da ignoti.

La polizia ha diramato un'allerta per tutti i presenti, invitandoli a cercare assistenza medica in caso di nausea, mal di testa, o vertigini.

Il monossido di carbonio, lo ricordiamo, è un gas inodore e incolore, che se presente in concentrazioni elevate diventa altamente tossico poiché ostacola il corretto trasporto di ossigeno nel sangue.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
NORDEST EUROPEO
1 ora
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
6 ore
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
9 ore
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
FOTO
ITALIA
12 ore
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
TURKMENISTAN
16 ore
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
1 gior
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
1 gior
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
1 gior
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
1 gior
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
1 gior
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile