keystone
RUSSIA
22.08.20 - 16:520

«Dobbiamo salvare Alexei»

L'appello della moglie di Navalny, l'oppositore russo in gravi condizioni per un presunto avvelenamento.

Secondo la donna il trasporto del marito a Berlino è un bene, ma la sua sicurezza non è ancora pienamente garantita

MOSCA - «Bisogna assolutamente salvare Alexei Navalny», perché «non è solo un oppositore in Russia: grazie a lui sono state avviate inchieste. Ha fornito importanti documenti sulla corruzione in Russia».

Lo ha dichiarato in un'intervista a Sky News Uk Marina Litvinienko, vedova di Alexander, l'ex agente russo ucciso con il polonio a Londra nel 2006.

«Tutti hanno capito» che quando Navalny è stato ricoverato a Omsk, «si trovava in una situazione molto pericolosa». Ora che è stato trasportato a Berlino «è un po' più al sicuro. Ma non credo che possiamo rilassarci: ancora non sappiamo cosa sia successo ad Alexei», ha detto Marina Litvinienko, aggiungendo di non credere che i medici russi «fossero molto liberi di dire quello che potevano avere scoperto».

Del resto, nel caso del marito, Marina ha detto che «per due settimane non si capì cosa avesse. Possiamo dare la colpa ai medici britannici? Certo no. Nessuno prima di lui era stato avvelenato con il polonio radioattivo». «Solo quando avremo capito cosa è successo a Nalvalny - ha concluso -, potremmo cercare di capire chi lo abbia voluto colpire».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 3 mesi fa su tio
E perché mai i servizi segreti russi (che, certamente, vantano una terrificante professionalità in omicidi) avrebbero usato, questo radioisotopo che ha la caratteristica di lasciare tracce del suo passaggio? Oggi invece è la volta di Alexei Navalny, ”oppositore di Putin”. Colpito con un the avvelenato servitogli in aereo. Così che, per identificare i sicari, basta dare semplicemente una controllata alla lista dei passeggeri e/o dell’equipaggio. Ah, sono davvero degli inetti e degli sprovveduti questi avvelenatori dei servizi segreti russi....:):):)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Vaccino anti Covid: primo carico arrivato nel Regno Unito
È stato depositato in un magazzino segreto. La distribuzione scatterà dal fine settimana.
ITALIA
2 ore
Obbligo di quarantena per chi rientra in Italia
Esentati coloro che viaggiano per motivi di lavoro o di studio
FOCUS
3 ore
Ammalarsi d'amore, sesso e Covid
Il virus ha sconvolto anche le modalità affettive e sociali d'interazione tra gli umani
MONDO
3 ore
Le motivazioni di chi fa circolare bufale e teorie del complotto
Ci sono quattro categorie di propagatori, secondo la classificazione di un saggio del 2009 di Cass Sunstein.
ITALIA
12 ore
Domani scatta il nuovo Dpcm, ecco le regole per le feste
Le ultime modifiche riguardano la scuola. Vietati gli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio
BRASILE
14 ore
I nuovi iPhone senza caricatore? Non in Brasile
Un'agenzia a favore dei consumatori ha dichiarato che l'alimentatore è essenziale per l'utilizzo del prodotto
MONDO
14 ore
Il vaccino di Moderna conferisce almeno tre mesi di immunità
Una ricerca scientifica conferma che gli anticorpi sono ancora presenti a un buon livello dopo 90 giorni
ITALIA
16 ore
«Scarse manutenzioni per poter contenere i costi»
L'inchiesta sullo stato delle gallerie è ora sul tavolo del Ministero italiano dei Trasporti
STATI UNITI / REGNO UNITO
16 ore
Ryanair scommette sui Boeing 737 Max, e ne ordina 75
Gli aerei sono diventati tristemente noti per i due incidenti in cui hanno perso la vita 346 persone
NAMIBIA
18 ore
La Namibia vende gli elefanti
L'aumento degli esemplari nel paese starebbe infatti diventando un problema
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile