Keystone (archivio)
VENEZUELA
15.08.20 - 08:480

Cospirarono contro Maduro: condannati a 24 anni

I partecipanti all'Operazione Gedeone dello scorso maggio sono stati riconosciuti colpevoli di terrorismo e ribellione

CARACAS - La Procura generale venezuelana ha annunciato che 15 partecipanti alla "Operazione Gedeone" del maggio scorso per un fallito tentativo di sbarco che aveva l'obiettivo di «catturare, arrestare e rimuovere dal potere» il presidente Nicolás Maduro sono stati condannati a 24 anni di prigione ciascuno.

Il procuratore generale Tarek William Saab ha precisato in una conferenza stampa che tutti gli imputati, compreso quello che è ritenuto il capo dell'operazione, José Sequea Torres, hanno scelto di riconoscersi colpevoli dei reati di «terrorismo, ribellione e cospirazione».

Lo stesso magistrato ha assicurato che «tutti hanno fatto parte del gruppo di militari e funzionari di polizia che hanno ricevuto un addestramento da parte di istruttori statunitensi in territorio colombiano. E che a bordo di lance si sono trasferiti con materiale da guerra sulla costa venezuelana il 1. maggio di quest'anno».

Questo annuncio segue un altro formulato il 7 agosto scorso con il quale è stata resa nota la condanna a 20 anni e sette mesi di due contractor statunitensi, Luke Denman e Airan Berry, anche loro rei confessi di aver cercato di rovesciare il presidente Maduro come «contributo al ripristino della democrazia in Venezuela».

Infine Saab ha precisato che fino a ora sono state arrestate «82 persone, fra mercenari, militari disertori e in servizio, e anche civili implicati nell'operazione come finanziatori o fornitori di appoggio logistico».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 1 mese fa su tio
Altro fiasco per Trump......
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
IRLANDA
4 ore
«Il pane di Subway non è tecnicamente pane»
Lo ha confermato un tribunale irlandese, perché secondo le sue leggi ha troppi zuccheri per essere considerato tale
ITALIA
6 ore
Coronavirus: in Italia aumentano i pazienti in terapia intensiva
Nelle ultime ventiquattro ore sono stati registrati 2'548 nuovi casi: il 2,1% dei tamponi è risultato positivo
GIAPPONE
6 ore
Uccideva donne che volevano togliersi la vita: 29enne si dichiara colpevole
Se condannato potrebbe essere giustiziato. Tra gli uccisi c'è anche un uomo, fidanzato di una delle vittime
ITALIA
8 ore
Le dicono che sua mamma è morta, ma non era vero
È successo nel Torinese. La figlia, che ha passato una mezz'ora da incubo, ha presentato reclamo
STATI UNITI
8 ore
Google verserà 1 miliardo agli editori per le notizie
Nell'ambito del suo nuovo prodotto di news "Google News Showcase" lanciato da oggi in Germania e Brasile
STATI UNITI
9 ore
Panne per la posta elettronica Outlook
Microsoft ha riconosciuto il problema, che dovrebbe essere stato risolto nel corso della giornata
STATI UNITI
9 ore
Arrestato e incriminato l'uomo che sparò a sangue freddo a due poliziotti a Los Angeles
Il 36enne aveva teso un'imboscata agli agenti ignari, ferendoli gravemente. Il video dell'attacco era diventato virale
INDIA
10 ore
Un'altra vittima di stupro scuote il paese
È in corso un'ondata di proteste e manifestazioni, per far cessare la reiterata violenza contro le donne
ITALIA
12 ore
Il killer di Lecce «avrebbe potuto uccidere ancora»
Il pubblico ministero, nel decreto di fermo, sottolinea «l'estrema pericolosità dell'indagato»
MONDO
14 ore
H&M: chiusure e multa
Serrande abbassate per il 5% dei negozi. La catena è stata sanzionata in Germania per aver spiato i dipendenti.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile