keystone-sda.ch / STR (IBRAHIM DIRANI / DAR AL MUSSAWIR)
Esplosione a Beirut, i morti sono almeno 137 e i feriti 5000.
LIBANO
06.08.20 - 08:570
Aggiornamento : 12:39

Nuovo bilancio dell'esplosione a Beirut: almeno 137 morti e 5000 feriti

Stanno arrivando in Libano i primi contingenti internazionali con aiuti, personale tecnico e medico

BEIRUT - In Libano stanno arrivando gli aiuti internazionali promessi all'indomani dell'esplosione di martedì, che ha distrutto il porto di Beirut e danneggiato gravemente una larga parte della città. Il nuovo bilancio, comunicato dal ministero libanese della Sanità, parla di almeno 137 morti e 5000 feriti.

Contingenti dalla Russia, dalla Turchia, dagli Stati Uniti, dall'Australia, dall'Indonesia e da altre nazioni stanno giungendo in queste ore nella capitale. La protezione civile dell'Unione europea ha inviato a sua volta medicinali, attrezzature e uomini per la ricerca dei dispersi e l'assistenza dei feriti.

Arriva Macron - Alle 12 ora locale (le 11 in Svizzera) atterrerà anche il presidente francese Emmanuel Macron, che sarà accolto all'aeroporto dal suo omologo Michel Aoun e poi si recherà al porto, per rendersi conto di persona dell'enormità della devastazione. L'esplosione ha provocato un morto e 24 feriti tra i francesi che risiedono in Libano, hanno confermato fonti governative. Il ministro della Cultura Roselyne Bachelot ha reso omaggio su Twitter alla vittima, l'architetto Jean-Marc Bonfils, e alla sua opera principale, «il restauro degli edifici storici distrutti nel corso della guerra in Libano».

Una vittima tedesca - Il ministero degli Esteri tedesco ha riferito che una dipendente dell'ambasciata è morta. La donna si trovava nella sua abitazione.

Un morto americano - L'ambasciata Usa a Beirut ha reso noto che almeno un cittadino statunitense è deceduto in seguito all'esplosione. Ci sono anche svariati feriti. Nessun membro del personale dell'ambasciata ha subito conseguenze fisiche.

Trump: «Nessuno conosce la causa delle esplosioni» - «Nessuno sa la causa delle esplosioni Beirut», ha affermato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, spiegando che la sua amministrazione lavora al fianco delle autorità libanesi. In precedenza Trump aveva parlato di «terribile attentato», ma il Pentagono si è affrettato a smentire spiegando che non ci sono indicazioni che si sia trattato di un attacco terroristico. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile