Depositphotos (znm666)
BOTSWANA
01.07.20 - 21:530

Una misteriosa grande moria di elefanti

È quella che attanaglia lo stato africano del Botswana, ad oggi sono morti 350 esemplari e nessuno sa il perché

GABORONE - Oltre 350 elefanti sono morti nel nord del Bostwana per cause ancora misteriose e in tempi molto rapidi. Per gli scienziati si tratta di un «disastro ambientale», secondo quanto riporta il Guardian.

Tutto è cominciato a inizio maggio quando fu trovato un gruppo di elefanti morti nel delta dell'Okavango. Alla fine del mese il numero era salito a 169 e a metà giugno più che raddoppiato, con il 70% degli animali trovati senza vita vicino a pozze d'acqua.

«Una moria del genere non si vedeva da tempo, forse non si era mai vista. A parte nei periodi di siccità, non c'è mai stato un numero di morti così elevato», ha detto il direttore della Ong National Park Rescue.

Il governo del Botswana deve ancora effettuare dei test sui cadaveri degli elefanti per capire le ragioni della strage e se ci siano rischi per la salute dell'uomo. Tra le cause della morte, avvelenamento o una malattia sconosciuta.

Anche il coronavirus è stato menzionato, ma sembra un'ipotesi improbabile. L'antrace al quale gli scienziati avevano inizialmente pensato è stata esclusa. Secondo testimoni locali, prima di morire gli elefanti hanno cominciato a girare su stessi, segno di un problema neurologico.

«Alcuni di loro si sono accasciati sul muso, il che vuol dire che sono morti molto velocemente, altri sembrano essere molti più lentamente, quindi è difficile stabilire quale sia la tossina che ha causato il decesso», ha detto McCann.

L'altro mistero è che sono morti elefanti maschi, femmine e di tutte le età. E adesso c'è la preoccupazione che altri ne moriranno nelle prossime settimane, avvertono gli ambientalisti che sul posto hanno già notato alcuni esemplari dimagrire.

La moria di elefanti nel delta dell'Okavango, dove ci sono 15'000 esemplari (il 10% del totale), è un disastro a più livelli per il Botswana. Il turismo ecologico infatti rappresenta il 10-12% del Pil, secondo solo al business dei diamanti. Ed è «un disastro ambientale», spiega McCann accusando di non proteggere la sua più grande risorsa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GERMANIA
1 ora
Ridurre l'imposta di culto per tamponare l'emorragia di giovani fedeli?
La proposta arriva dal presidente delle Chiese evangeliche tedesche. Sia cattolici sia evangelici, però sono scettici.
BIELORUSSIA
12 ore
Exit poll: Lukashenko vicino all'80%
Seggi chiusi e alta tensione nella capitale bielorussa. La polizia ha chiuso piazza dell'Indipendenza
LIBANO
15 ore
A Beirut servono subito 66 milioni di dollari
La cifra servirà a sostenere nell'immediato le strutture sanitarie e i rifugi d'emergenza
FOTO
MAURITIUS
18 ore
Assistenza da Tokyo per la "marea nera"
La petroliera, lunga 300 metri, si è incagliata il 25 luglio. Il 6 agosto ha iniziato a perdere carburante
BIELORUSSIA
20 ore
Bielorussia al voto: si teme per la sicurezza della rivale di Lukashenko
Svetlana Tikhanovskaya non ha trascorso la notte nel proprio appartamento. Fermati diversi suoi collaboratori.
STATI UNITI
20 ore
Crisi? Buffett ha guadagnato 26 miliardi
L'oracolo di Omaha ha aumentato di non poco il patrimonio negli ultimi mesi. Grazie ad Apple, e nonostante il Covid
STATI UNITI
23 ore
Gli USA sforano i 5 milioni di casi e Trump vara nuovi aiuti per l'emergenza Covid
Che sta già diventando uno strumento per fare campagna elettorale: «Se sarò rieletto, tagli alle tasse permanenti»
FOTO
LIBANO
23 ore
730 feriti per le proteste a Beirut, morto anche un agente
La rabbia contro l'establishment dopo lo scoppio ha portato a un sabato di violenze
REPUBBLICA CECA
1 gior
A fuoco il condominio, muoiono 11 persone
Tra le vittime anche tre bambini. Alcuni per sfuggire alle fiamme si sono lanciati dalla finestra
MONDO
1 gior
Coronavirus: in Europa si parla ormai di seconda ondata
A Parigi tutti con la mascherina nei luoghi più frequentati, in parchi e strade commerciali.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile