Archivio Depositphotos
ITALIA
14.06.20 - 20:590

Novara: strangola la ex e si costituisce

«Ho ucciso una donna», ha detto Sergio Guerzoni una volta presentatosi alla stazione dei Carabinieri.

L'uomo è un personaggio conosciuto a Novara anche per il suo passato da pilota di Rally

NOVARA - «Ho ucciso una donna». Sono le prime parole che Sergio Guerzoni, 63 anni, un passato da pilota di rally, ha messo insieme dopo essersi presentato ai carabinieri di Fara Novarese, in provincia di Novara. La donna era Paola Malavasi, 57 anni, una sua ex. Aggredita durante una lite e morta per strangolamento.

Ai militari Guerzoni ha detto di avere perso la testa: ha stretto le mani intorno al collo di Paola sempre più forte finché non si è accasciata a terra, priva di vita. Quindi ha deciso di costituirsi.

Non ha dovuto fare molta strada: la stazione dei Carabinieri è a due passi dalla sua abitazione. Esaurita la parabola sportiva, che risale agli anni Novanta, Guerzoni aveva aperto un locale a Novara, dove è ancora un personaggio molto conosciuto.

In seguito chiuse l'attività per trasferirsi a Fara, una ventina di chilometri dal capoluogo. Nel frattempo c'era stata la storia con Paola, una donna di Novara da tempo divorziata e con due figli (un ragazzo e una ragazza ormai grandi). Una relazione che fra alti e bassi si era trascinata per qualche tempo prima di interrompersi del tutto. I due però avevano continuato a vedersi di tanto in tanto e proprio oggi Paola aveva raggiunto Guerzoni a Fara. Forse per un chiarimento, visto che l'uomo, nonostante la fine del rapporto, manifestava sentimenti di gelosia. O forse anche solo per parlare.

In Piemonte è il secondo femminicidio in pochi giorni. Il 10 giugno, a Volvera (Torino), il cinquantasettenne Nicola Cirillo ha ucciso a colpi di pistola l'ex moglie, Cristina Messina, e ha ferito gravemente Giusy Messina, la figlia di 29 anni. Si era separato da quattro anni, ma continuava ad essere tormentato dalla gelosia.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
33 min
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
3 ore
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
5 ore
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
13 ore
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
ITALIA
16 ore
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
18 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
18 ore
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
20 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
MONDO
23 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
1 gior
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile